Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / sampdoria / Primo Piano
Sampdoria, Pirlo: "Non recuperiamo nessuno. Gruppo? Ci siamo sempre guardati negli occhi"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 23 novembre 2023, 14:42Primo Piano
di Paolo Paolillo
per Sampdorianews.net

Sampdoria, Pirlo: "Non recuperiamo nessuno. Gruppo? Ci siamo sempre guardati negli occhi"

La Sampdoria affronterà lo Spezia, domani sera, in una partita ricca di insidie ma con l'entusiasmo delle due vittorie consecutive contro Palermo e Modena. Andrea Pirlo ha toccato vari aspetti in conferenza stampa, nella presentazione della sfida contro gli aquilotti:

Ci potranno essere dei recuperi dei giocatori infortunati?
"No, per la partita di domani non recuperiamo nessuno".

Quella di domani sarà la sfida fra i fratelli Esposito. Come ha visto Sebastiano?
"L'ho visto bene in settimana. E' carico. E' normale che giocando contro i fratelli qualcosa vuole dimostrare. Il più preoccupato forse sarà il papà che non saprà per chi tifare (sorride ndr). Può giocare sia da prima che da seconda punta. Lega il gioco e può giocare in entrambe le posizioni".

Guardando la classifica è uno scontro per uscire dalla zona retrocessione.
"Infatti bisogna guardare la classifica di adesso: è uno scontro importante per uscire da una situazione che non piace a entrambe le squadre. Dobbiamo essere concentrati e avvelenati perché domani è una partita che conta".

Senti che la squadra sta raggiungendo i livelli giusti di apprendimento dal punto di vista tattico?
"Un po' tutto. La parte tecnica e quella tattica ma anche quella fisica. Perché ai giocatori richiediamo tanto dal punto di vista fisico. Per essere intensi nel calcio che vogliamo noi, bisogna lavorare e quando inizi a lavorare con quella intensità i risultati arrivano".

La trasferta sarà chiusa agli spezzini che non avranno la tessera del tifoso. Dispiace?
"Purtroppo sì perchè a tutti piacerebbe avere lo stadio pieno con i propri tifosi e quelli dell'altra squadra. A volte ci sono delle situazioni che servono per evitare pericoli. Bisogna cambiare un po' la mentalità, capire che si va allo stadio per vedere la partite, essere contenti e che è un momento di aggregazione. E non per andare a cercare degli scontri".

Il gruppo è sempre stato unito e compatto.
"Il gruppo è fondamentale in tutte le squadre. Con un gruppo sereno si riesce a dare di più mentre con qualche scricchiolio le cose non vanno bene. Qui abbiamo sempre lavorato con serenità nonostante i risultati non fossero migliori ma ci siamo sempre guardati negli occhi".