Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / sassuolo / Non solo Sasol
Fuorigioco semi-automatico Serie A: si parte da gennaio. Come funziona
sabato 26 novembre 2022, 17:37Non solo Sasol
di Redazione SN
per Sassuolonews.net

Fuorigioco semi-automatico Serie A: si parte da gennaio. Come funziona

Lancio in Serie A del SAOT, ovvero del fuorigioco semi-automatico. Test a Lissone in sala VAR, si parte nelle partite da gennaio

Grandi novità in Serie A dopo la sosta per il Mondiale. Dal 2023 infatti arriva il fuorigioco semi-automatico. Una grande novità già vista in Champions League e anche al Mondiale in Qatar. Giovedì a Lissone, gli arbitri di Can A e B hanno cominciato ad allenare: prove tecniche di fuorigioco semiautomatico, per tutti SAOT. Salvo imprevisti, si partirà già dalla 16esima giornata che comprende anche Sassuolo-Sampdoria, altrimenti servirà qualche settimana di tempo ma poi si partirà con il progetto. Servirà ovviamente l’ok di Federcalcio e Lega Calcio per l'inizio ufficiale ma le esercitazioni degli arbitri a Lissone nella 'casa del VAR', sono già partite, come fosse una partita vera. Al momento una cosa appare certa: il SAOT non ci sarà in Supercoppa ma ci sarà solo in Serie A, considerando attrezzature e telecamere presenti.

SCELTI DA SASSUOLONEWS:

Recuperi Mondiali extralarge: da gennaio la Serie A come Qatar 2022

Lega Serie A, altre liti: 6 club contro Lotito, via dalla riunione. Il Sassuolo...

Il Sassuolo Calcio tra le squadre più giovani della Serie A 22/23

Va ricordato cos’è il Fuorigioco Semiautomatico (acronimo di “Semi-Automated Offside Technology”) che comunque - nei casi di fuorigioco “attivo” o “passivo” - avrà sempre l’ultima parola nel varista, quindi nell’arbitro: fattore umano, insomma, sempre presente anche perché le immagini non arriveranno sull’orologio della Goal Line technology ma proprio al VAR. Il sistema non prevederà - per ora è solo in campo FIFA - un chip nel pallone ma determinerà la posizione di “offside” grazie a 10-12 telecamere poste all’interno degli impianti che tracceranno ogni centimetro di campo e invieranno immagini a 50 frame al secondo. Un sistema di intelligenza artificiale sarà in grado di tracciare praticamente in tempo reale il cosiddetto “scheletro” del giocatore in 29 punti differenti dando movimento e posizione del giocatore stesso sul campo oltre alla zona dalla quale il pallone è partito. Il tutto verrà stabilito in pochissimi secondi, si va dai 3 ai 5.