Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / sassuolo / Serie A
Com'erano i più grandi attaccanti all'età di Haaland. Da Messi a Ibra, nessuno ha gli stessi numeriTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 3 ottobre 2022, 18:38Serie A
di Gaetano Mocciaro

Com'erano i più grandi attaccanti all'età di Haaland. Da Messi a Ibra, nessuno ha gli stessi numeri

Come Haaland, nessuno. L'impatto del norvegese nel calcio moderno ha pochi eguali, se non nessuno. A 22 anni e due mesi può vantare già 26 reti in Champions League, peraltro in 21 partite. Con una media gol superiore a chiunque altro al mondo. In Premier League è un vero tsunami: 14 reti nelle prime 8 giornate e tre hat trick. Per rendere l'idea Cristiano Ronaldo, Didier Drogba, Son, Jamie Vardy e Romelu Lukaku hanno segnato lo stesso numero di triplette in una carriera nel massimo campionato inglese. Inevitabile pensare che nessun centravanti sia stato così a 22 anni, per questo abbiamo deciso di mettere a confronto le carriere dei migliori attaccanti attualmente in attività alla stessa età di Haaland.

KARIM BENZEMA
Nato nel 1987, a 22 anni si trasferisce al Real Madrid in una storica campagna trasferimenti che comprende l'arrivo in blanco di gente come Cristiano Ronaldo, Kakà e Xabi Alonso. Ci arriva con uno score di 42 reti in Ligue 1 in 5 stagioni e 12 reti in 19 partite di Champions in 4 anni. Il 2009/10, quello dei 22 anni, recita: 8 reti in 27 partite de LaLiga e un gol in 5 partite di Champions League.

EDINSON CAVANI
Nato nel 1987, a 22 anni si apprestava a giocare la stagione 2009/10 con la maglia del Palermo. Aveva appena battuto il record di reti in Serie A, 14, migliorando notevolmente rispetto alle due stagioni precedenti dove aveva segnato 2 e 5 reti. L'esperienza nelle coppe europee è limitata alla sola Coppa UEFA 2007/08 con 2 presenze e zero reti.

CRISTIANO RONALDO
Nato nel 1985, a differenza di Haaland ha già alle spalle un Europeo e un Mondiale giocato con la Nazionale. Certo, giocare per il Portogallo aiuta rispetto al giocare per la Norvegia. A livello di club CR7 è già la stella del Manchester United e a 22 anni inizia la stagione che lo consacrerà definitivamente a livello di club: chiuderà con 31 reti in 34 partite in Champions League ma soprattutto alzerà la Champions League a Mosca. Prima di iniziare la stagione il suo score in Premier League è di 35 reti in quattro anni mentre in Champions, incredibile a dirsi, aveva segnato la miseria di 4 reti. Cambierà registro nel 2007/08 con 8 reti in 11 partite, tanti quanti ne fece Haaland al suo esordio nel torneo, ma con sole 6 partite a disposizione. A discolpa di CR7 va detto che all'epoca giocava più lontano dalla porta.

GONZALO HIGUAIN
Nato nel 1987, il Pipita è già in Europa dall'età di 19 anni e milita nel Real Madrid. Prima di iniziare la stagione 2009/10 ha già avuto il boom, segnando 22 reti in un campionato e portandosi a quota 32 gol complessivi ne LaLiga. Ben più complicato il rapporto con la Champions dove in 14 presenze non segna nemmeno un gol. Nel 2009/10 ne farà 2 in 7 presenze mentre in campionato batterà il suo record in Spagna con 27 centri in 32 partite.

ZLATAN IBRAHIMOVIC
Nato nel 1981, a 22 anni si trovava per il terzo anno all'Ajax. L'anno precedente aveva fissato il suo record di gol in Eredivisie (13) e trovato i primi gol in Champions League. Chiuderà la stagione 2003/04 portandosi complessivamente a 23 presenze nel massimo torneo continentale e 7 reti mentre in campionato bisserà le 13 reti stagionali. Si farà davvero notare solo nell'estate del 2004 con l'incredibile gol all'Italia che gli varrà il trasferimento alla Juventus.

HARRY KANE
Nato nel 1993, è il 2015/16 l'età in cui si può paragonare con Haaland. È esploso l'anno precedente, dove è per la prima volta titolare segnando 21 reti in 34 partite. Migliora con 25 centri in 38 gare di Premier League. Tuttavia non ha ancora visto la Champions League e deve accontentarsi dell'Europa League dove il suo score aggiornato al termine del 2009/10 è di 10 reti spalmate in 4 edizioni e 29 presenze.
KYLIAN MBAPPE
Ecco il giocatore destinato a contendergli il Pallone d'Oro negli anni a venire. Nato nel 1998, il francese due anni fa segnava 27 reti in 31 partite di Ligue 1, non sufficienti a dare il titolo al PSG. Numeri impressionanti in Francia, dove già nel 2018/19 tocca quota 33 reti in 29 partite. Prima di quella stagione i gol in Ligue 1 sono 80, meno di Haaland se consideriamo le reti del norvegese nei vari campionati di prima divisione (Norvegia, Austria, Germania): ben 93. In Champions alla stessa età le reti erano 19, anche qui meno di Haaland che prima di iniziare questa stagione era a quota 23.

LIONEL MESSI
Nato nel 1987, a 22 anni ha già trascinato il Barcellona alla vittoria della Champions League, segnando peraltro un gol spettacolare di testa nella finale di Roma contro il Manchester United. Quella gara lo porta 17 reti in 33 partite, una media decisamente inferiore ad Haaland. In campionato inizia a segnare con regolarità e la stagione dei 22 anni lo porterà a chiudere con un impressionante 34 gol in 35 partite, fissando il record personale che verrà poi negli anni battuto. Prima lo score complessivo ne LaLiga è di 54 reti in 109 partite.

THOMAS MULLER
Classe 1989, tra i giocatori in attività più prolifici ai più alti livelli. 22 anni ha già all'attivo un ottimo Mondiale con la Germania e una finale di Champions giocata da titolare. Si appresta a giocare la stagione 2011/12 forte di 25 reti già segnate in Bundesliga e 6 in Champions in 21 partite. La stagione dei 22 anni lo porta a segnare 7 gol in campionato dopo 34 partite e 2 in Champions su 14 gare disputate.

ROBERT LEWANDOWSKI
Nato nel 1989, a 22 anni ci proiettiamo nella stagione 2011/12, la sua seconda al Borussia Dortmund. Il Genoa lo ha scartato un anno prima, lui ha scalato le categorie dalla quarta divisione polacca all'Ekstraklasa dove chiude la sua ultima stagione con 18 reti in 28 partite. Il suo primo anno in Bundesliga gli porta il Meisterschale ma solo 8 reti in 33 partite. Decisamente meglio il 2011/12 con 22 gol in 34 partite, numeri comunque lontani da Haaland. Proprio in quell'anno giocherà per la prima volta in Champions mettendo a referto un gol in sei partite. Prima 7 reti in Coppa UEFA/Europa League.

LUIS SUAREZ
Nato nel 1987, sbarca in Europa a 19 anni e a 22 è all'Ajax. Prima della stagione 2009/10 ha all'attivo 49 reti in Eredivisie mentre nei tornei continentali gioca per lo più in Coppa UEFA, riuscendo tuttavia a esordire in Champions dove il suo bottino prima di settembre 2009 è di 2 presenze e una rete.