Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie b / Serie B
Spezia, forse non è solo sfortuna. QS: "Questa rosa non ha sedici titolari"TUTTO mercato WEB
lunedì 4 dicembre 2023, 13:34Serie B
di Daniel Uccellieri

Spezia, forse non è solo sfortuna. QS: "Questa rosa non ha sedici titolari"

"Spezia, non è soltanto sfortuna. Questa rosa non ha sedici titolari", titola così il Quotidiano Sportivo oggi in edicola. La squadra di D'Angelo è stata sconfitta dal parma in pieno recupero con un goffo autogol che raramente si vede fra i dilettanti. E dunque è giusto che una squadra come il Parma, che investe in giovani davvero forti, vada sparata in A e che questo Spezia, costruito come peggio non si potrebbe dal duo Macia-Melissano, scenda per la seconda volta consecutiva. Come scrive il giornale, nella sfida con i Ducali è apparso è emerso un dato allarmante per gli aquilotti: le partite non le vinci e nemmeno pareggi se non hai almeno sedici giocatori in grado di tenere il campo.

Il QS, per spiegare questo problema, analizza i cambi del Parma: Bernabé, catalano classe 2001, è un under 21 spagnolo (non kazako, né afgano) cresciuto tra Barcellona e Manchester City: appena entrato, ha fatto capire di essere un giocatore di un altro pianeta rispetto agli avversari.

Charpentier, franco-congolese del 1999, sarebbe titolare in molte squadre di questo campionato, l’anno scorso 10 reti nel Frosinone. Con lui in campo Muhl, un centrale troppo statico per il nostro calcio, non sapeva più che pesci pigliare, lui che può difendere solo contro bisonti di area di rigore. Anthony Partipilo (classe 1994) è il classico attaccante di categoria che nelle ultime quattro stagioni con la Ternana ha realizzato 39 gol, quasi 10 a campionato, quest’anno già 3, non pochi per un rincalzo: non dimentichiamo che al Picco era assente per infortunio il centravanti titolare, Adrian Benedyczak, classe 2000 pagato 2 milioni (quanto Antonucci, per fare un esempio), che è già a quota 7. Bonny è un francese (2003) dalla fisicità impressionante, tale da spaventare con la sua sola presenza il povero Moutinho, causandone l’autorete decisiva. Infine, tanto per gradire, nel finale è entrato il 37enne Ansaldi, veterano della A.