Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie b / Serie B
Bari, Iachini: "Siamo alle elementari, dobbiamo crescere. A Bolzano passo falso inatteso"TUTTO mercato WEB
lunedì 26 febbraio 2024, 15:01Serie B
di Tommaso Maschio

Bari, Iachini: "Siamo alle elementari, dobbiamo crescere. A Bolzano passo falso inatteso"

“Non mi aspettavo il passo falso in casa del SudTirol, dove ci sono stati tanti errori, sono rimasto un po' sorpreso perché l’atteggiamento in casa era stato positivo. Dobbiamo velocizzare, siamo insieme da quattordici giorni di allenamento, in cui abbiamo giocato tre partite. A Bolzano non siamo stati belli e bravi quando eravamo in possesso, abbiamo sbagliato tecnicamente appoggi e uscite, senza riuscire a sviluppare quello che avevamo preparato". Il tecnico del Bari Beppe Iachini torna così sulla sconfitta nell’ultimo turno di campionato per poi rivolgere lo sguardo al Catanzaro nel turno infrasettimanale: “Siamo alle elementari, dobbiamo crescere e assimilare certi concetti il prima possibile perché rispetto ai nostri avversari abbiamo poco tempo. - continua l’allenatore come riporta Tuttobari.com - Ora quello che conta è l'approccio e l'atteggiamento, l'avevamo fatto molto bene in casa, a Bolzano c'è stata meno intensità e aggressività".

Spazio poi al Catanzaro, squadra rivelazione della stagione: “Lavorano insieme da due anni e mezzo, hanno grandi conoscenze e sono una squadra di spessore. Se sono lì non è un caso, ma è il frutto di un percorso che parte da lontano e sta dando certi frutti. - prosegue Iachini – Non ho la bacchetta magica perché i giorni di lavoro sono pochi e all’inizio ci sono cose positive e meno positive, ma devo battere il ferro e tirare fuori il carattere da questi giocatori. Mi è sempre riuscito e devo farlo anche stavolta”.


Iachini poi torna anche sul mercato invernale: “Né il direttore né la società hanno bisogno di difese particolari, il mercato di gennaio non è facile. Il direttore si può informare sui calciatori e sul modo in cui si sono allenati, difficilmente ti danno chi ha giocato di più, abbiamo solo un'arma che è il lavoro per migliorare i singoli, studio per fare questo. Se crescono a livello di tattica individuale e di atteggiamento cresce tutta la squadra".

Spazio infine alla condizione della squadra: “Monitoriamo i ragazzi tutti i giorni, ma non abbiamo avuto il tempo di fare certi test, li faremo alla sosta perché ora avremmo rischiato di fare dei danni. Prima del SudTirol ho dovuto fare dei cambi forzati fra squalifiche e infortuni, ma così ho potuto valutare anche altri ragazzi. Acampora ha giocato perché aveva più minutaggio rispetto a Lulic. Menez aveva avuto un piccolo fastidio al ginocchio operato dopo la Feralpi. - continua Iachini – Diaw sta ancora lavorando in maniera differenziata e avrà bisogno di qualche settimana prima di rientrare, credo tornerà dopo la sosta”.