Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Girone A
Padova, Oddo: "Catanzaro avversario forte ma non siamo da meno"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
sabato 28 maggio 2022, 18:40Girone A
di Giacomo Principato
per Tuttoc.com

Padova, Oddo: "Catanzaro avversario forte ma non siamo da meno"

Massimo Oddo, allenatore del Padova, presenta il confronto di ritorno col Catanzaro valido per la semifinale playoff: "Stiamo bene e siamo carichi, sarà una partita complessa è difficile, d’altronde è una semifinale. Incontriamo un avversario forte ma non siamo da meno. Credo che sarà una partita simile a quella di andata, perché dobbiamo vincere noi ma anche il Catanzaro deve farlo. Non abbiamo preparato una partita difensiva, ma adatta a quello che richiedeva il campo. Possiamo fare anche altro e l’abbiamo dimostrato, mantenendo la solidità difensiva che ci sta contraddistinguendo. Siamo quasi al completo. Rimane fuori Busellato e per il resto abbiamo recuperato tutti. Al momento non ho ancora scelto nulla, tanti stanno bene e spero di fare le scelte giuste. Più spregiudicati rispetto a Catanzaro? È una questione di atteggiamento, vogliamo fare meglio in fase offensiva. Il pubblico? È stata aumentata la disponibilità dei tagliandi, abbiamo un ostacolo difficile da superare".

Il tecnico analizza poi le condizioni dei singoli: "Jelenic dal primo minuto penso sia difficile, ma per una ventina di minuti penso che possa entrarci. Ronaldo quando non ne avrà più uscirà, la partita potrebbe anche durare oltre i novanta minuti e ci devono essere valutazioni di un certo tipo. La fretta non serve a nulla. Chiricò? Adesso sta bene, aveva un problema prima di Catanzaro, ho preferito non mandarlo in campo dall’inizio anche in prospettiva del ritorno. Il 3-5-1-1? Era un piano di riserva, non avevo sostituti di Chiricò sul mancino e ho preferito così. Ho un’idea in testa, ma non sono un pazzo. Mi adatto alla squadra che ho".