Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Altre news
Top & Flop di Padova-CatanzaroTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
domenica 29 maggio 2022, 22:00Altre news
di Andrea Scozzafava
per Tuttoc.com

Top & Flop di Padova-Catanzaro

Termina con una vittoria del Padova per 2-1 sul Catanzaro, la sfida valevole per il secondo e ultimo atto della semifinale play-off di Serie C. Nel primo tempo, avvio propositivo della squadra di casa che prova sin da subito a mettere in difficoltà gli avversari. Pochi però i veri problemi creati a Branduani. Prima Chiricò dalla distanza non trova la porta e successivamente anche Ronaldo spara poi alto sopra la traversa. I giallorossi non stanno a guardare e in contropiede con Biasci colpiscono un palo, dopo una sponda di Iemmello in netta posizione irregolare. I padroni di casa conducono la gara mentre gli ospiti cercano di alzare il proprio baricentro rischiando anche di scoprirsi. Alla mezz’ora di gioco arriva la rete del Catanzaro che passa in vantaggio con Sounas, il greco è bravo a battere Donnarumma, dopo un tiro di Biasci respinto dalla difesa biancoscudata. La reazione del Padova arriva subito con Santini che trova una super uscita di Branduani a salvare il risultato. Successivamente sia Germano che Bifulco si vedono respinti dal muro di Cinelli. Negli ultimi minuti della prima frazione, forti del vantaggio acquisito, gli ospiti provano a spingere forte ma senza creare pericoli. Nella ripresa, Padova all'attacco. Prima Kirwan di testa su cross di Curcio colpisce la traversa, dopo aver commesso fallo ai danni di Scognamillo e successivamente anche Bifulco ci prova senza trovare però lo specchio della porta. Nei minuti finali, il Catanzaro si abbassa e Oddo prova a inserire diversi uomini offensivi per andare a caccia di un pareggio che a dieci minuti dalla fine poi arriva. Calcio d’angolo di Chiricò per il colpo di testa vincente di Curcio che lasciato solo all’interno dell’area di rigore infila il pallone in rete. Qualche dubbio sul gol, l’arbitro Rutella prima va a rivedere l’azione per un possibile offside di Jelenic che poteva ostruire la visuale del portiere giallorosso e poi decide di convalidare la rete. Dopo il pareggio, la partita regala poche emozioni sino allo scadere del corposo recupero di sette minuti. Vivarini inserisce qualche forza fresca in fase offensiva e il Catanzaro prova a spingersi in avanti ma senza pungere. Al sesto minuto di recupero arriva l'episodio che cambia la partita, Scognamillo stende Ajeti al limite dell’area, si prende il giallo e concede il calcio di punizione al Padova. A calciare è lo specialista Chiricò che con un sinistro micidiale riesce a mandare il pallone prima sul palo e poi alle spalle di Branduani. Continua la maledizione play-off per la squadra di Vincenzo Vivarini che vede terminare in semifinale il suo cammino verso la Serie B. Gli uomini di Massimo Oddo invece, si regalano la finale davanti al proprio pubblico dell'Euganeo, in attesa di scoprire l'avversaria tra Feralpisalò e Palermo. Ecco qui i top e flop della sfida:

TOP:

Cosimo Chiricò (Padova): l’uomo che ha deciso la partita. Mette in campo tutte le sue grandi qualità e la sua fantasia per provare a creare pericoli alla retroguardia giallorossa. E’ sempre presente nelle azioni migliori della squadra veneta. Realizza da corner l’assist per il primo gol di Curcio e poi nel recupero grazie ad un sinistro magistrale dal limite dell’area riesce a regalare la finale ai suoi. DECISIVO

Antonio Cinelli (Catanzaro): partita di grande quantità e sacrificio la sua. Corre tanto ed è sempre presente al momento giusto quando c'è bisogno di lui. Aiuta in modo ottimale i suoi compagni a difendere e salva il risultato in diverse circostanze. Al Catanzaro non basta la sua prestazione per raggiungere la finale, gara comuque sopra le righe. INSTANCABILE

FLOP:

Jacopo Dezi (Padova): partita di grande sofferenza. Non riesce mai a mettere in campo le sue qualità. Commette diversi errori in fase di impostazione ed è poco partecipe alla manovra di squadra. Il tecnico dei veneti Oddo si aspettava qualcosa di diverso da lui, oggi appare piuttosto in difficoltà. SOTTOTONO

Il secondo tempo (Catanzaro): seconda frazione piuttosto negativa per i giallorossi. Dopo un primo tempo chiuso in vantaggio grazie al gol di Sounas, nella ripresa il Catanzaro perde campo, soffre le offensive avversarie e non riesce a proporsi in avanti con pericolosità. I biancoscudati guadagnano metri, creano occasioni e realizzano le due reti che eliminano i calabresi dai play-off. Arriva un'altra delusione nel post regular season. POCO PERICOLOSI