Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Altre news
Top & Flop di Catanzaro-PadovaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
mercoledì 25 maggio 2022, 21:50Altre news
di Andrea Scozzafava
per Tuttoc.com

Top & Flop di Catanzaro-Padova

Termina 0-0 il primo atto della semifinale play-off di Serie C tra Catanzaro e Padova. Nel primo tempo, i padroni di casa provano sin da subito a fare la partita e a mettere in difficoltà gli avversari. Le prime battute regalano poche emozioni con i giallorossi che sfiorano veramente il gol solamente in una circostanza, con Iemmello che servito da un lancio lungo di Martinelli dall’interno dell’area di rigore non riesce a trovare la porta e manda alto sopra la traversa. Dopo aver creato questa grande palla gol, la squadra di casa prova a prendere fiducia nei propri mezzi e inizia a premere sull’acceleratore. I biancoscudati con Valentini realizzano la rete del vantaggio ma il VAR per la prima volta in Serie C, interviene e annulla il gol ospite per un fuorigioco attivo di Hraiech. Nonostante ciò, i giallorossi continuano a dominare e ad attaccare mentre gli ospiti resistono. Nella ripresa, ancora Catanzaro maggiormente pericoloso in fase offensiva rispetto agli avversari. I padroni di casa sfiorano il gol prima con Iemmello che dall’interno dell’area di rigore non riesce a trovare la porta per l’intervento di Gasbarro in extremis e poi successivamente con una conclusione di Vandeputte deviata in corner. Il Padova non sta a guardare e in contropiede rischia di passare in vantaggio con Santini che costringe Branduani ad un super intervento su una spettacolare girata al volo. La risposta del Catanzaro arriva subito grazie ad una gran conclusione di Vandeputte che impegna Donnarumma. Domina la squadra di casa ma i biancoscudati riescono a contenere le offensive avversarie. Non basta un assedio finale piuttosto disordinato, gli uomini di Vincenzo Vivarini non vanno oltre il pareggio nella semifinale d’andata del ‘Nicola Ceravolo’. Buon risultato invece, per la squadra di Massimo Oddo che proverà a conquistarsi la finale davanti al proprio pubblico dell’Euganeo. Ecco qui i top e flop della sfida:

TOP:

Jari Vandeputte (Catanzaro): il migliore dei suoi. Gioca una gara di grande qualità e il suo apporto è fondamentale nei pochi pericoli creati alla retroguardia biancoscudata. Dal suo straordinario piede nascono le azioni più interessanti del match. La più grande palla gol dei giallorossi è proprio sua, con una super conclusione che costringe Donnarumma a uno strepitoso intervento in tuffo. PERICOLOSO

Nahuel Valentini (Padova): preciso e solido. Dietro concede poco ai suoi avversari. I giallorossi negli ultimi metri non riescono ad arrivare in area e tirare con facilità. Con ottime letture difensive, riesce a tenere lontano gli uomini offensivi della squadra di Vivarini. Cerca di difendere in tutti i modi il pareggio, anche respingendo con il corpo i tiri degli attaccanti del Catanzaro. Suo anche il gol che sblocca momentaneamente la partita anche se il VAR poi interviene e lo annulla. ATTENTO

FLOP:

Pasquale Fazio (Catanzaro): un po’ in difficoltà. I biancoscudati attaccano poco ma quando ripartono, il difensore dei padroni di casa va un po' in sofferenza e commette qualche sbavatura che mette in difficoltà i suoi. Non la solita prestazione da difensore esperto qual è. Il peggiore del pacchetto arretrato giallorosso. IMPRECISO

Jacopo Dezi (Padova): il peggiore dei suoi. Mister Oddo gli da una posizione inedita per la gara odierna e lui non riesce mai a rendere come il tecnico si aspetta. Non riesce nè a pungere e né ad aiutare la sua squadra a difendere. Poco partecipe alla manovra biancoscudata con anche qualche errore di troppo fatto in impostazione. Insoddisfatto della sua partita, l'allenatore dei veneti decide poi di sostituirlo nel secondo tempo. IN DIFFICOLTA’