Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Il Punto
In attesa del 25 agosto un sguardo alla Serie D. Il nuovo Catania australiano fa sul serio: mercato da Serie C in attesa dei, necessari, giovaniTUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 10 agosto 2022, 00:00Il Punto
di Tommaso Maschio
per Tuttoc.com

In attesa del 25 agosto un sguardo alla Serie D. Il nuovo Catania australiano fa sul serio: mercato da...

Visto lo slittamento del campionato di una settimana dovuto al caos prodotto dalla decisione del Consiglio di Stato di ribaltare il tavolo, metaforicamente, rimettendo il Campobasso (e forse pure il Teramo che però ha meno speranze) in gioco per la prossima Serie C, con conseguente possibile aumento delle squadre al via della stagione. E con l’attesa che si prolungherà fino al 25 agosto senza speranze che i tempi si velocizzino rivolgiamo lo sguardo una serie più giù dove sta nascendo una squadra che non sfigurerebbe affatto in terza serie.

Il nuovo Catania australiano infatti ha piazzato diversi colpi di grande spessore che ora dovranno essere affiancati da giovani di valore in ossequio alle regole della Serie D che prevedono che in campo ci siano sempre almeno quattro calciatori nati fra il 2001 e il 2004 (uno per ogni annata). Uno dei grandi colpi è ovviamente il ritorno di Francesco Lodi, il regista e capitano dei tempi andati che a 38 anni è tornato a vestire il rossoazzurro per provare a riportare il club in Serie C. Al suo fianco sono arrivati altri due ex di grande esperienza come Giuseppe Rizzo e Marco Palermo, catanese di nascita che avrà l’occasione di vestire la maglia della prima squadra dopo essere cresciuto nelle sue giovanili prima di intraprendere un lungo viaggio. Tornano, ma forse non se ne erano mai andati, anche Orazio Di Grazia e il fantasista Andrea Russotto che potrebbe formare, regole sui giovani permettendo, un tridente d’eccezione con due acquisti da novanta.

Dopo Giuseppe Giovinco infatti il Catania ha tesserato anche Giuseppe De Luca per un reparto offensivo che fa concorrenza a diversi club di terza serie per qualità, esperienza e gol potenziali. Due veri e propri colpi di mercato che dovranno trascinare la squadra verso la promozione, unico obiettivo possibile dell’ambiziosa società etnea.

Ovviamente anche in difesa non sono mancati i colpi con gli arrivi di due giocatori d’esperienza come il centrale Michele Ferrara, ex Pergolettese, e il terzino Francesco Rapisarda dalla Triestina a cui presto si aggiungerà anche il ritorno di Filippo Lorenzini. Saranno loro a dover guidare i giovani, come Castellini del Brescia, che arriveranno a rinforzare e completare la rosa. Giovani che saranno certamente di valore perché ovviamente la maglia, seppur in D, è di quelle prestigiose, la piazza è di quelle importanti che possono far crescere velocemente i talenti anche a livello di personalità e mentalità. Un Catania che rinato dalle ceneri è pronto a seguire le orme di tante squadre prestigiose che negli ultimi anni sono dovute passare dalla rinascita – Parma, Modena, Bari,Reggiana, Palermo giusto per citarne alcune – prima di tornare all’antico splendore.