Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Coppa Italia
Ancona, Colavitto: "Il Del Conero è un tabù, è vero, è un dato di fatto"TUTTOmercatoWEB.com
giovedì 6 ottobre 2022, 12:50Coppa Italia
di Giacomo Principato
per Tuttoc.com

Ancona, Colavitto: "Il Del Conero è un tabù, è vero, è un dato di fatto"

Periodo amaro per l'Ancona, alla terza sconfitta tra le mura amiche e fuori dalla Coppa Italia Serie C per mano del Rimini. Il tecnico Gianluca Colavitto ne parla in conferenza stampa: "Il Del Conero è un tabù, è vero, è un dato di fatto. La realtà è che in casa facciamo fatica. L’importante è che in settimana vedo i giocatori e quello che danno e questo mi dà la forza di alzare la testa e lavorare, come fanno loro. E’ un momento che sta andando in questo modo. Dobbiamo assolutamente invertire il trend in casa, sta mancando solo il risultato che però è l’essenza di questo sport - riporta Il Resto Del Carlino -. Dobbiamo migliorare nelle scelte finali, anche stavolta i presupposti per fare male li abbiamo costruiti, purtroppo ci manca quel qualcosa in più. Quando rubiamo palla nella metà campo avversaria abbiamo difficoltà nel fare la cosa giusta. Sarà compito mio cercare di migliorare questo aspetto dell’organico".

L'allenatore ha chiosato dicendo: "Abbiamo perso, siamo arrabbiati. Potevamo vincerla e l’abbiamo persa. Dobbiamo capire il perché, nonostante il fatto che ci sia stata la prestazione. Il tifoso paga e ha ragione di contestare, ma in generale dobbiamo sempre cercare di mantenere l’equilibrio e di essere consapevoli del processo che si sta facendo ad Ancona".