Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone B
Top & Flop di Alessandria-OlbiaTUTTOmercatoWEB.com
martedì 29 novembre 2022, 15:10Girone B
di Nando Armenante
per Tuttoc.com

Top & Flop di Alessandria-Olbia

Pari che serve a poco per Alessandria ed Olbia: al "Moccagatta" finisce 1-1 tra la squadra di Rebuffi e quella di Occhiuzzi. Al vantaggio di Gazoul al 26' del primo tempo, la risposta di Ragatzu per gli ospiti ad inizio ripresa.

Nella prima metà di partita, succede poco: entrambe le squadre dimostrano le difficoltà che le hanno accompagnate da inizio stagione in zona offensiva e finiscono per annullarsi. Al 26' si sblocca il match al primo tiro in porta: sugli sviluppi di un corner dalla sinistra, Gazoul sbuca al centro dell'area di rigore e di testa batte Gelmi imparabilmente. I sardi protestano per un presunto blocco irregolare ad inizio azione ma Bozzetto non ravvede nulla di irregolare nell'azione. Una timida reazione ospite arriva poco dopo con un destro di Biancu, allungato in corner da Marietta. Ma l'Alessandria sul finire del tempo prova a legittimare il risultato ed in pochi secondi sfiora per due volte il gol: prima Martignano manda di poco a lato su servizio di Galeandro, poi i ruoli si invertono ma il centravanti grigio non riesce a colpire sotto porta con Gelmi già messo fuori causa. Finisce così il primo tempo.

La svolta del secondo tempo arriva dopo appena 15 secondi: sul primo assalto ospite, c'è un tocco di mano in area da parte di Speranza con Bozzetto indica il dischetto. Dagli undici metri, Ragatzu fulmina Marietta e pareggia i conti. L'Olbia - con La Rosa e Sueva dall'inizio della ripresa - prova a sfruttare il momento favorevole ma arriva la reazione dell'Alessandria con Martignago che impegna due volte Gelmi alla parata, costringendolo a rifugiarsi in calcio d'angolo. Al 71' Galeandro ha una grande occasione per raddoppiare ma spreca da buona posizione, affrettando la conclusione e regalando il pallone ai tifosi in curva. Nell'ultimo quarto di match solo Olbia in campo: prima Travaglini impegna severamente Marietta, poi è Ragatzu a provare a prendere le redini della squadra. L'occasione arriva al 90' per i sardi con Incerti che dal limite dell'area non riesce ad imbroccare il tiro nel migliore dei modi e manda a lato. L'ultimo tentativo è di Ragatzu che ci prova con il destro ma una sporcatura decisiva di un difensore grigio evita guai per Marietta. Finisce così 1-1. 

Di seguito, ecco i Top & Flop del match: 

TOP

Gazoul (Alessandria): Grande soddisfazione per questo ragazzo classe 2004 che si prende la gioia del primo goal tra i professionisti, sbucando sugli sviluppi di un calcio d'angolo dalla sinistra. Nel primo tempo crea qualche grattacapo di troppo alla parte destra dell'Olbia, ma finisce anche lui poi per sparire (fino al cambio) nella seconda parte. Il gol purtroppo non vale l'intera posta in palio, ma se lo ricorderà a lungo. PRIMA VOLTA

Ragatzu (Olbia): Sempre l'ultimo a mollare ed il primo a trascinare la squadra in campo. Non si vede molto nel primo tempo ma il rigore dopo pochi secondi della ripresa svolta anche la propria partita. Il gol dà fiducia e cerca di rendersi più volte pericoloso tra le maglie dell'Alessandria. L'ultima parola sulla partita spetta a lui ma una deviazione determinante sul suo destro, cambia la traiettoria del suo tiro che sarebbe stato destinato verso lo specchio della porta. Quarto gol in campionato per il 10. LEADER

FLOP

Galeandro (Alessandria): Gioca una partita intera o quasi senza trovare mai la stoccata vincente. Di occasioni ce ne sono poche, vero, ma appena arriva la chance la getta alle ortiche da buona posizione e completamente smarcato nell'area dell'Olbia. Nel primo tempo viene coinvolto nel gioco, nella ripresa sparisce strada facendo. GRIGIO

Primo tempo (Olbia): Okay le difficoltà in zona d'attacco (che equivalgono alle stesse dell'Alessandria) ma la squadra di Occhiuzzi nei primi 47 minuti di partita non dà mai l'impressione di pungere gli avversari, sia prima che dopo il goal subito. Nella ripresa - con i cambi - arriva la reazione dopo pochi secondi che si tramuta nel gol dell'1-1 e la squadra cambia volto alla propria partita. SOTTOTONO