Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone B
Juve Next Gen, Cerri: "Esordio in A punto di partenza. Seconde squadre fondamentali"
mercoledì 21 febbraio 2024, 20:15Girone B
di Sebastian Donzella
per Tuttoc.com
fonte Lega Pro

Juve Next Gen, Cerri: "Esordio in A punto di partenza. Seconde squadre fondamentali"

Leonardo Cerri, attaccante classe 2003 della Juventus Next Gen, che ha esordito in Serie A con la maglia bianconera il 12 febbraio scorso in occasione di Juventus-Udinese, si è raccontato ad AperiC, il programma ufficiale della Lega Pro condotto da Sarah Castellana: “Ormai sono cinque anni che sono arrivato alla Juventus dal Pescara. Quando visitai le strutture per la prima volta rimasi colpito dalla perfezione in ogni dettaglio. Ho scelto la Juve perché è un club prestigioso”.
 
Sul debutto in Serie A con la squadra allenata da Massimiliano Allegri: “È stata un’emozione molto forte. Rappresenta il sogno che avevo sin da bambino, ma penso che possa essere un punto di partenza per me. Quando sono entrato in campo eravamo sotto di una rete, non si trattava di una situazione semplice. Il tecnico ha creduto in me dicendomi che avrei fatto gol.

Mi ha spronato”.
 
Infine, analizzando il tema seconde squadre dal punto di vista di un giovane calciatore professionista, ha parlato del suo futuro: “Credo che il progetto seconda squadra sia fondamentale per un ragazzo della primavera che vuole entrare nel calcio dei grandi. Rende possibile il confronto con calciatori esperti e permette di aprire le porte verso le categorie superiori. Non ho mai pensato a dove mi vedo tra due o tre anni. Sono concentrato sul presente e mi alleno giorno per giorno per arrivare a giocare ai massimi livelli. Farò di tutto per realizzare il mio sogno di diventare un calciatore”.