Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Calciomercato
Giugliano, Bernardotto ai saluti: non si esclude un ritorno al GubbioTUTTO mercato WEB
Gabriele Bernardotto
© foto di Andrea Rosito
martedì 18 giugno 2024, 23:45Calciomercato
di Redazione TC
per Tuttoc.com

Giugliano, Bernardotto ai saluti: non si esclude un ritorno al Gubbio

Una seconda parte di stagione vissuta tra le file del Gubbio, dove ha collezionato 14 presenze e messo a referto 3 gol e un assist, ora un futuro da scrivere. Ma sicuramente non al Giugliano. Gabriele Bernardotto, infatti, finito il prestito alla formazione eugubina farà rientro in Campania, ma quasi certamente non rimarrà alla corte di mister Valerio Bertotto: come infatti raccolto dalla redazione di TuttoMercatoWeb.com, il classe 1997 è tra gli elementi in partenza dal sodalizio gialloblù.

E non è da escludere che Gubbio sia nuovamente la nuova direzione, considerando che la società - al netto del fatto che dovrà ancora nominare l'allenatore - si sta muovendo sul mercato, per capire i margini di svariate situazioni. Attenzione però, a far concorrenza ai rossoblù c'è un'altra squadra, sempre in Umbria: sul giocatore ha messo gli occhi il Perugia. Ci sarà quindi modo di valutare la soluzione più idonea, ma la certezza sembra essere che stavolta l'addio alla Campania sarà definitivo, considerando poi che il contratto di Bernardotto con il Giugliano scade nel 2025.

A ogni modo tutto sarà rimandato ai prossimi giorni, se non addirittura al via delle operazioni ufficiali, ma le squadre iniziano già a muoversi per non farsi trovare impreparate nel momento clou. Non resta quindi che attendere.