Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / torino / Nato Oggi...
Kalle Riedle, i gol con la Lazio. E quelli che condannarono la JuventusTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
venerdì 16 settembre 2022, 05:00Nato Oggi...
di Simone Bernabei

Kalle Riedle, i gol con la Lazio. E quelli che condannarono la Juventus

Di testa era praticamente immarcabile. Un vero bomber vecchio stampo, difficilmente individuabile oggi. Sarà anche per questo che ancora oggi i tifosi della Lazio ricordano con affetto Karl-Heinz Riedle. Il centravanti tedesco esordì fra i professionisti con l’Augusta, prima di passare al Blau-Weiss Berlin e iniziare a vincere al Werder Bremo. Nel 1990, dopo tante esultante tedesche, ecco la chiamata della Lazio per Kalle. In Italia resterà 3 anni e segnerà abbastanza. O come detto abbastanza per essere ricordato positivamente. Nel ’93 lasciò la Capitale per tornare in Germania, al Borussia Dortmund. Club con cui vincerà la Coppa dei Campioni in finale contro la Juventus. Partita nella quale non si risparmiò segnando due reti. Quindi Liverpool e Fulham, prima di intraprendere (ed immediatamente interrompere) la carriera di allenatore nel club del sud di Londra. In carriera Riedle ha vinto, spesso grazie ai suoi gol, un campionato tedesco occidentale, due campionati tedeschi, 3 Supercoppa di Germania, una Coppa dei Campioni e soprattutto il Mondiale di Italia ’90. Oggi Riedle compie 57 anni.

Sono nati oggi anche Roberto Galbiati, Kyle Lafferty, Salomon Rondon, Aleksandar Mitrovic e Bruno Petkovic.