Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / udinese / Serie A
L'Udinese pronta a ripartire, lunedì ci sarà l'Hellas Verona del grande ex CioffiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca 2022
giovedì 29 settembre 2022, 09:00Serie A
di Davide Marchiol

L'Udinese pronta a ripartire, lunedì ci sarà l'Hellas Verona del grande ex Cioffi

Finita la sosta, è tempo di tornare a correre per l’Udinese, attesa lunedì sera al Bentegodi dalla sfida con l’Hellas Verona. Una gara che presenta molte più insidie di quanto si possa pensare in casa bianconera. In primis c’è stata la sosta, che storicamente le zebrette non digeriscono benissimo. Soprattutto però, durante questi quattordici giorni, i riflettori si sono accesi sulla compagine di Andrea Sottil, con tantissime interviste rilasciate da dirigenti e tesserati. Quindi ora non si può più parlare di underdog, ma ci sono quelle pressioni che di solito sono su squadre che lottano per la metà sinistra della classifica.

Una pressione ulteriore che dovrà essere gestita nel modo giusto in campo, mantenendo la consapevolezza dei propri mezzi e senza farsi influenzare pensando di avere già il risultato in cascina. I giocatori più esperti, come Deulofeu, Silvestri, Becao, Walace e Pereyra dovranno quindi supportare ancora di più i vari Udogie, Lovric, Samardzic e Bijol per fargli fare un ulteriore step di consapevolezza. Sottil poi si affiderà alla verve di Beto, sempre più bomber della squadra e che ora è tornato a pieno regime. Anche a mezzo servizio però si è vista la sua vena realizzativa visto che è a quota quattro reti. Ora è atteso dalla prova del nove e dovrà sprigionare tutta la sua potenza.

Lunedì l’Udinese incontrerà il suo passato. All’Hellas Verona, infatti, c’è quel Gabriele Cioffi che doveva aprire un ciclo in casa friulana e che invece dopo sei mesi ottimi ha salutato. Ci sarà da entrambe le parti voglia di ottenere un risultato positivo contro la vecchia conoscenza, senza contare che per il tecnico scaligero questa gara può essere decisiva. L’ex vice di Gotti inoltre conosce sicuramente diversi aspetti della compagine friulana, un fattore positivo di cui Sottil dovrà sicuramente tenere conto preparando la gara. Un match che apre un secondo tragitto della maratona Serie A, l’Udinese non vuole farsi cogliere impreparata e ha tutte le intenzioni di continuare a stupire per chiudere in bellezza questo 2022.