Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / udinese / Nato Oggi...
Fernando Llorente, El Rey Leon che ha vinto con Juve e Napoli. Giocherà a padelTUTTO mercato WEB
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
lunedì 26 febbraio 2024, 05:00Nato Oggi...
di Alessio Del Lungo
fonte a cura di Andrea Losapio

Fernando Llorente, El Rey Leon che ha vinto con Juve e Napoli. Giocherà a padel

Solo un anno fa Fernando Llorente, trentanove anni oggi, ha detto addio al calcio per dedicarsi al Padel. Una via che stanno prendendo in parecchi, nel mondo del calcio, arrivati (o avendo superato) la soglia dei quaranta. Lui lo ha confermato in una diretta di Piqué sulla Kings League, il nuovo format calcistico con maschere e decisioni social. Llorente, amato dalla platea femminile a causa degli occhi di ghiaccio e dai colori molto più a nord della sua Pamplona, in campo ha vinto un Mondiale nel 2010 con la Nazionale spagnola, bissando la medaglia d'oro con gli Europei due anni più tardi, ai danni proprio dell'Italia, battuta per 4-0 nella finale di Kiev.

Quasi tutti i calciatori che arrivano in prima squadra nell'Athletic di Bilbao sono locali, ma Llorente è della Navarra, seppur sia molto legato ai paesi baschi perché è nella cantera biancorossa che incomincia a studiare da calciatore. A dieci anni è già nel settore giovanile, anche se la prima stagione da professionista la gioca nel Baskonia, con 33 presenze e 12 reti all'attivo. Da lì in poi diventa una bandiera del Bilbao, con 333 presenze e 118 gol, attualmente sesto nella classifica cannonieri di tutti i tempi dietro leggende come Zarra, Urzaiz e Aduriz, fra gli altri. Nel 2013, dopo una stagione fra pochi alti e parecchi bassi (soprattutto perché in scadenza di contratto) firma con la Juventus.


Con i bianconeri vince due campionati e arriva in finale di Champions League, quella di Berlino, persa contro il Barcellona per 3-1. Ottimo nella coppia con Tevez, nell'agosto del 2015 si svincola dai bianconeri e finisce al Siviglia. Ritorna in Italia prima nel Napoli e poi nell'Udinese. Prima punta molto fisica, mai una parola fuori posto, Llorente ha giocato le ultime sue partite nell'Eibar fino allo scorso giugno.