Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / venezia / Serie B
Venezia, Vanoli: "Ascoli ostico come il suo allenatore. Fortunato a lavorare con questo gruppo"TUTTO mercato WEB
© foto di Venezia
venerdì 1 dicembre 2023, 17:04Serie B
di Luca Bargellini

Venezia, Vanoli: "Ascoli ostico come il suo allenatore. Fortunato a lavorare con questo gruppo"

Dopo aver messo a referto quattro vittorie consecutive il Venezia di Paolo Vanoli si appresta a confrontarsi con l'Ascoli di Fabrizio Castori. Nel corso della consueta conferenza stampa della viglia il tecnico dei lagunari ha analizzato i temi del match. Ecco quanto ripreso da TrivenetoGoal.it: “L’Ascoli è una squadra ostica con un allenatore che conosce bene la categoria e ha già vinto in passato. Le sue squadre hanno nell’intensità, nella corsa e nella riconquista del pallone la loro forza. Dovremo essere bravi ad affrontare un altro tipo di calcio, sarà fondamentale rimanere compatti specialmente nella fase iniziale del match. Giochiamo in casa davanti al nostro pubblico che ci darà anche questa volta la solita grande spinta.

Nell’arco di una stagione ci son dei momenti complicati per tutte le squadre ma io ho la fortuna di avere un gruppo che è consapevole di poter dare il proprio contributo quando viene chiamato in causa.

Da allenatore l’orgoglio più grande è vedere la crescita dei giovani attraverso il lavoro, é normale poi che si debba tenere conto anche dei risultati. Un sogno si deve inseguire facendo sacrifici e prendendo seriamente il proprio lavoro. Il fatto di essere in cima alla classifica equivale solamente ad affrontare un altro esame perché tutti i nostri avversari daranno tutto per batterci, tutti dobbiamo essere ambiziosi ma per raggiungere i traguardi bisogna passare dal lavoro. La visita di Arrigo Sacchi a Ca’ Venezia in settimana è stata un grande orgoglio per me e per tutto il club. Da un grande personaggio del mondo del calcio come lui c’è solo da imparare”