Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / atalanta / Qatar 2022
Le pagelle della Danimarca - Braithwaite un fantasma, errore decisivo di MaehleTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Uefa/Image Sport
mercoledì 30 novembre 2022, 18:04Qatar 2022
di Alessio Del Lungo

Le pagelle della Danimarca - Braithwaite un fantasma, errore decisivo di Maehle

Schmeichel 6 - Non viene mai impegnato dall'Australia in modo serio e subisce gol nell'unica vera conclusione verso la porta. Sulla rete però è esente da colpe.

Kristensen 6 - Dietro non soffre particolarmente, ma davanti non spinge quanto deve e si vede poco. Sostituito all'intervallo per un giocatore più dotato offensivamente. Dal 46' Bah 5 - Entra per provare ad offendere più di Kristensen e in effetti qualche volta arriva in fondo alla fascia. Il problema è che è davvero impreciso tra cross e conclusioni.

Andersen 5,5 - Mura McGree in avvio, poi viene sollecitato poco da lui e Duke. Non ha responsabilità sul gol subito, ma è spesso impreciso in costruzione.

Christensen 6,5 - Il migliore dei suoi nel reparto difensivo. Sicuro, attento, bravo nelle diagonali e negli anticipi. Purtroppo per lui però non basta.

Maehle 5 - Non disputa un brutto primo, si propone spesso davanti e va vicino a trovare la giocata risolutiva. Al 61' però viene beffato in dribbling da Leckie, che lo salta secco e segna l'1-0 dell'Australia. Dal 70' Cornelius 5 - Hjulmand gli chiede un gol, lui non tira mai verso la porta di Ryan. Prestazione insufficiente, ma non solo per colpe sue.

Hojbjerg 5,5 - Dispiace, ma da uno come lui ci si attende molto di più. Non affonda, ma commette qualche errore di troppo e non trascina i suoi come dovrebbe.

Jensen 5,5 - Un gran tiro in avvio che impegna Ryan, poi poco altro. Lì nel mezzo la Danimarca non gioca il pallone velocemente come dovrebbe. Dal 60' Damsgaard 5 - Impalpabile. Entra per cambiare il match, ma si vede veramente pochissimo.

Skov Olsen 5,5 - Impreciso e confuso. Nei 70 minuti che gli vengono concessi è uno dei più attivi dei suoi, ma al momento decisivo sbaglia sempre la scelta o l'esecuzione della giocata. Dal 70' Skov 5,5- Qualche spunto e un giallo rimediato. La verità è che non si rende mai pericoloso.

Eriksen 5,5 - Disegna calcio come può, malgrado perda qualche pallone di troppo, ma dà la sensazione di essere impotente e per uno come lui, che dovrebbe fare la differenza, non è il massimo. Doveva essere anche il suo Mondiale, risulta solo una delle tante delusioni.

Lindstrom 6 - Si fa vedere, salta l'uomo, scatta, si propone, ci prova e ci riprova. È vero, non incide, ma almeno la buona volontà c'è.

Braithwaite 5 - Un fantasma. Tanto movimento, qualche sponda, ma non calcia mai in porta e non si rende mai pericoloso. Altro calciatore involuto rispetto all'Europeo di un anno fa. Dal 60' Dolberg 5 - Come Damsgaard non riesce ad entrare mai in partita. Non era facile contro una squadra chiusa contro l'Australia, ma lui ci mette del suo e delude oltre le attese.

Allenatore: Hjulmand 5 - La Danimarca esce finendo ultima nel girone, ma il voto non è alle 3 partite, bensì a quella di oggi. Doveva vincere per forza, ma la sua squadra non ha avuto la fame e l'atteggiamento che servivano.