Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Il Bari e la B 1950/51 - La prima retrocessione in C (ed i sette cambi in panchina...)
mercoledì 10 agosto 2022, 14:00In Primo Piano
di Claudio Mele
per Tuttobari.com

Il Bari e la B 1950/51 - La prima retrocessione in C (ed i sette cambi in panchina...)

È la settimana della prima in cadetteria a Parma, in programma venerdì alle 20.45. Il Bari è tornato in Serie B a quattro anni dal fallimento: sarà la 51esima partecipazione per i biancorossi nella categoria (tre campionati son stati giocati nella seconda divisione nazionale). Dopo lo scorso episodio che trattava la stagione 1988/89, raccontiamo oggi la stagione 1950/51.

Il Bari è reduce dalla retrocessione in Serie A. Il club del neo-presidente Rocco Scafi cerca l'immediato ritorno in massima serie e si affida in panchina a Federico Allasio. La rosa è molto competitiva. Alla coppia gol Voros-Bretti seguono il centrocampista Canonico, Ferruccio Achilli (preso dal Lecce), Cassani, Bonini, Cavone, il rumeno Fabian, Filippelli, Paolo Giammarco, Elio Grani e Aristide Griffith (arrivati dalla Carrarese), Ivo Isetto, Pietrasanta.

L'annata però parte subito in salita. Il Bari non ingrana e dopo sette giornate in cui i biancorossi totalizzano quattro ko, due pari e una vittoria Allasio viene esonerato. Al suo posto il duo formato dalla bandiera Raffaele Costantino e Ambrogio Alfonso. I due hanno solo cinque giornate a disposizione, perché dopo la sconfitta interna col Fanfulla vengono a loro volta esonerati. Lo score in queste cinque giornate è di una vittoria, un pari e tre insuccessi. 

Scafi sceglie allora Mario Sandon, che dura a sua volta sette giornate. Decisiva la sconfitta interna per 5-3 patita contro il Brescia. Successivamente subentrano Francesco Capocasale per due giornate, Paolo Giammarco ad interim per una, Pietro Piselli per due, di nuovo Paolo Giammarco per una, e il duo Capocasale-Costantino. Nessuno riesce a trovare la quadra, col Bari che mestamente viene risucchiato nelle sabbie mobili della classifica. Il diciottesimo posto e i 31 punti valgono la prima retrocessione in Serie C.