Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / News
Cagliari, Usai: "Bari squadra forte e organizzata. Il calcio dà sempre un'altra opportunità"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 22 settembre 2023, 20:00News
di Mario Amoruso
per Tuttobari.com

Cagliari, Usai: "Bari squadra forte e organizzata. Il calcio dà sempre un'altra opportunità"

Fedele Usai, vicepresidente del Cagliari, ha parlato ai microfoni di Radio Serie A delle emozioni provate in seguito alla finale playoff vinta contro il Bari – sottolineandone correttezza e livello tecnico.

Queste le parole del dirigente riportate da Tuttomercatoweb: “Il ricordo più bello dello scorso 11 giugno a Bari? Non dimenticherò mai le parole a fine gara dei miei due figli, che vivono a Milano ma sono tifosissimi del Cagliari: “Papà è la serata più bella della nostra vita”. A Bari abbiamo giocato in un ambiente incredibile, contro una squadra forte e ben organizzata, un grandissimo tifo, sempre corretto nonostante la loro delusione finale. Uscendo dallo stadio mi sono immedesimato nel loro stato d’animo, ci eravamo passati anche noi la stagione prima. Ecco, questo è il calcio: ti dà sempre un’altra opportunità e quel gol al ’94 di Pavoletti ha cambiato tutto. Lo scorso anno quando abbiamo iniziato i playoff ero davvero convinto della promozione, nonostante dovessimo affrontare squadre forti e allenate da tecnici di valore: Venezia, Parma e appunto Bari, sono compagini che meritano la A. Ma vedevo uno spogliatoio granitico, che aveva trovato nel mister il suo condottiero, la guida ideale: la squadra era davvero convinta di quello che faceva in campo e così ha saputo reagire anche alle inevitabili difficoltà”.