Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
“Almeno una decina”: Magalini e il numero magico. Ecco quali colpi aspettarsi
sabato 22 giugno 2024, 14:00In Primo Piano
di Antonio Testini
per Tuttobari.com

“Almeno una decina”: Magalini e il numero magico. Ecco quali colpi aspettarsi

Non ha parlato molto ieri durante la conferenza stampa di presentazione, Giuseppe Magalini. Eppure, il nuovo direttore sportivo ha già dato alcuni segnali importanti. Ha detto chiaramente che serve portare a Bari giocatori che possano essere pronti e funzionali e soprattutto ha fatto esplicito riferimento ai numeri: “almeno una decina, undici, dodici”.

Certamente è lecito aspettarsi l’arrivo almeno di un portiere visto l’addio scontato di Brenno. Il brasiliano non ha convinto e nel finale di stagione è stato scavalcato anche da Pissardo. Da capire se l’ex numero uno del Novara potrà sostenere i gradi di titolare nel prossimo campionato. Starà a Longo sciogliere questo nodo. In ogni caso, che sia da primo o da secondo, un portiere arriverà.

Nella sua carriera Moreno Longo ha impiegato molto spesso la difesa a 3. Ecco allora che la difesa è certamente uno dei reparti “scarni”, come detto dallo stesso Magalini. Al momento il solo Vicari sembra avere la possibilità di fare il titolare nei tre difensivi, con Ricci pronto a sinistra. Gli altri – Pucino e Matino – si candidano a fare da comprimari. Da capire la posizione di Dorval; indirizzato verso l’uscita Zuzek. Sarà necessario portare in biancorosso quanto meno 3 nuovi centrali difensivi, due dei quali possano affiancare Vicari come titolari. Sugli esterni ne serve uno per lato.

Il centrocampo è uno dei reparti al momento più pieni. Anche se, come ha suggerito Magalini, andranno avviati dei discorsi per conoscere gli umori di quei calciatori. Ciò che è certo è che sulla carta i nomi di Maiello, Maita e Benali sembrano costituire un punto di partenza importante. È anche vero che poi usciranno almeno tre uomini: Edjouma, Acampora e Koutsoupias, tutti non riscattati. Incerto il destino di Bellomo. Rientrano dai prestiti Faggi e Astrologo. La sensazione è che anche qui servano almeno un paio di innesti.

Se alcuni reparti sono scarni, l’attacco è totalmente da rifondare. Allo stato attuale il Bari non ha nemmeno una prima punta di ruolo, ma solo alcune mezze punte (Sibilli, Achik, Morachioli). Nel reparto dei centravanti è legittimo aspettarsi molti interventi (almeno 3) e soprattutto è lecito aspettarsi un intervento quanto mai immediato per consentire a Longo di iniziare a lavorare al meglio sin dai primi giorni di ritiro.