Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bari / Serie B
Bari, Mignani: "Cittadella aggressivo, sarà una battaglia. Classifica lascia aperto ogni obiettivo"TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 7 dicembre 2022, 14:34Serie B
di Tommaso Maschio

Bari, Mignani: "Cittadella aggressivo, sarà una battaglia. Classifica lascia aperto ogni obiettivo"

Il tecnico del Bari Michele Mignani nella conferenza della vigilia della sfida contro il Cittadella ha parlato non solo dell’avversario, ma anche delle problematiche offensive mostrate dalla propria squadra: “Il campionato è lungo e affronteremo un’altra formazione che rende le partite difficili all’avversario, che ha giocatori esperti per la categoria e sporca il modo di giocare con la sua aggressività, corsa e intensità. Sarà un’altra battaglia, ma abbiamo dimostrato di saper battagliare, con loro che saranno molto aggressivi alla ricerca di spazi sia con sia senza la palla cercando la verticalità e portando diversi uomini in avanti. Anche noi dobbiamo cercare di portare più uomini in area perché così avremo più possibilità di creare pericoli. In questo momento abbiamo solo Scheidler come attaccante strutturato e dobbiamo metterlo nelle condizioni di arrivare in porta, cosa che a volte non ci riesce. Per me ha fatto buone partite, piano piano si sbloccherà e dimostrerà di essere un giocatore importante. - continua Mignani come riporta Tuttobari.com - La nostra classifica credo che sia più che dignitosa essendo una neopromossa, siamo partiti bene e nell’ultimo periodo abbiamo fatto buone prestazioni anche se spesso solo per 4 5minuti. La mentalità è sempre quella, il calo secondo me non è stato fisico perché la squadra sta bene, ci manca la vittoria e quel pizzico di convinzione che forse avevamo all'inizio. I pensieri negativi non ci aiutano. Più pressione senti e meno benefici hai, io voglio che la squadra sia libera mentalmente e guardi il percorso che sta facendo. Dobbiamo restare tranquilli e sereni, bisogna capire bene dove si pensa di poter arrivare e quali sono gli obiettivi. In questo momento la classifica è corta e c'è spazio per tutti gli obiettivi, non vorrei che la squadra sentisse un peso sulle spalle più grosso di quello che deve”.