Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bologna / Serie A
Bologna, Cambiaso: "Amo il Fantalcalcio e quest'anno mi sono anche comprato. 13/14 milioni"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 5 ottobre 2022, 18:30Serie A
di Simone Lorini

Bologna, Cambiaso: "Amo il Fantalcalcio e quest'anno mi sono anche comprato. 13/14 milioni"

Ospite di DAZN, il laterale del Bologna Andrea Cambiaso ha parlato a cuore aperto delle proprie passioni e del momento non facile che sta vivendo con i rossoblù:

Come stai?
"Abbastanza bene, non é un gran periodo..."

Com'è stato questo cambiamento che ti ha portato a Bologna?
"A Bologna mi trovo molto bene, la città é molto bella... Sono contenta di essere qua, possiamo fare molto meglio ma so che ci arriveremo. Sono affezionato al rosso e blu quindi é stato facile come cambiamento".

Come vi state trovando con Thiago Motta? Si quali contetti ha insistito inizialmente?.
"Il primo cambiamento é stato quello del modulo, poi i concetti di base sono quelli di giocare tanto con la palla, recuperarla il prima possibile e divertirsi".

Gli ultimi mesi per te sono stati molto movimentati. come vivi questi momenti?
"Nella nostra professione é normale. Sono tutti cambiamenti positivi".

Com'è andata con la Juve?
"Quando ho saputo del loro interesse ho spinto molto perché l'operazione di concretizzasse. Ora che sono qua sono molto determinato e so che posso fare meglio di quello che ho fatto vedere. Spero di togliermi delle soddisfazioni qui".

Chi é il tuo idolo calcistico?
"Quando ero piccolo mi sono innamorato di Dybala. Ora credo che Cancelo sia uno dei terzini più forti del mondo".

Sei uno che lavora molto, ti sei dato un obiettivo?
"É una domanda difficile per me perché io fino a tre anni fa giocavo in C... La vita soprattutto calcistica é davvero imprevedibile. Io penso al presente, e credo che lavorando ogni giorno le soddisfazioni arrivano di conseguenza".

La Serie A la vedevo comunque un sogno vicino?
"Io c'ho sempre creduto, ma non potevo averne la certezza ".

Il Fantacalcio?
"Sono un grande amante. Quest'anno mi sono anche comprato, a 13/14 milioni... Non avevo limite di budget".

Quanto é forte Arnautovic? É il più forte con cui hai giocato finora?
"Fortissimo e chiede tantissimi palloni. Io che lo vedo tutti i giorni dal vivo posso dire che é tecnicamente fortissimo nonostante una struttura fisica massiccia. Come compagno di squadra é sicuramente il più forte con cui ho giocato".

Come tipologia di carattere é sempre stato assimilato a Ibrahimovic...
"Si lui chiede tanto a sé stesso ma tanto anche agli altri. Questa cosa a me per esempio stimola moltissimo".

Nel Bologna oltre ad Arnautovic ci sono altre personalità molto forti come Medel... Com'è entrare in uno spogliatoio così?
"All'inizio cerchi di essere bravo con tutti e di instaurare buoni rapporti, ma loro su questo sono stati davvero accoglienti. In uno spogliatoio del genere bisogna anche guadagnarsi una propria credibilità".
C'è un'immagine bellissima sul tuo profilo Instagram, quell'abbraccio con Criscito. Che rapporto c'è?
"Con lui ho legato abbastanza. Purtroppo l'anno scorso é andata come é andata ma lui era uno importantissimo all'interno dello spogliatoio".
In una situazione non semplice come quella attuale del Bologna, c'è stato un confronto in spogliatoio?
"Dopo la partita di domenica con la Juve ci siamo parlati. In queste situazioni é difficile anche parlare, l'importante é lavorare tutti insieme... Fondamentalmente siamo una squadra che parla tanto quindi penso che uniti possiamo uscirne, perché siamo molto più forti di quello che abbiamo dimostrato".

Quanto credi in un cambiamento di rotta?
"Ci credo tantissimo perché vedo tutti i giorni gli allenamenti e so cosa possiamo fare".

In quale ruolo lo ti senti più a tuo agio?
"Mi cambia poco giocare a sinistra o a destra. La mia posizione preferita é comunque il ruolo di terzino nella difesa a 4 anche se nel calcio di oggi i ruoli contano fino a un certo punto".

Il significato del numero 50?
"Io sono nato il 20/02/2000 quindi il mio numero era il 20, ma purtroppo era occupato sia quest'anno che l'anno scorso... Quindi girando il 2 l'ho fatto diventare 5 e ho scelto il 50".

Hai qualche passione?
"Sono molto accanito di play station, e sono appassionato di Basket. Quest'anno a Bologna avrò sicuramente modo di andare a vedere la Virtus".

Hai giocato con Miretti? Che cosa ne pensi di lui a livello calcistico?
"É un ragazzo molto interessante. Gioca con grande tranquillità nonostante la sua giovane età e questa cosa mi ha colpito, poi ovviamente é bravo tecnicamente e di prospettiva altrimenti non sarebbe li".

Quando eri piccolo eri già convinto di voler fare il calciatore?
"Si ne sono sempre stato convinto, anche quando giocavo in D. L'ho sempre pensato".

É vero che é paradossalmente più facile giocare in A che in D?
"Si é vero che più scendi nelle categorie e più il calcio che vediamo in serie A non esiste. Tutte le giocate sono più lente e più difficili da fare".

Hai già un compagno di banco all'interno dello spogliatoio?
"Si mi diverto tanto con Bardi e Orsolini. Riccardo é un ragazzo che trasmette tanta energia positiva, ed é abilissimo a fare i giochi di parole...questa cosa mi diverse tantissimo".

C'è un giocatore.in assoluto con cui ti piacerebbe giocare?
"Messi perché con la palla tra i piedi é impressionante".

Da chi ti piacerebbe essere allenato?
"A me colpì tanto Mourinho quando vinse il Triplete con l'Inter ".