Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bologna / Serie A
Inter, la Juve ha riportato indietro il tempo. Champions a rischio, l’avviso di MarottaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 9 novembre 2022, 09:21Serie A
di Ivan Cardia

Inter, la Juve ha riportato indietro il tempo. Champions a rischio, l’avviso di Marotta

Andare avanti in Champions League è bello, ma meno importante rispetto a qualificarsi alla competizione per la prossima stagione. È il punto di partenza per ogni ragionamento sull’Inter, che questa sera torna in campo contro il Bologna di Thiago Motta: avversario e allenatore rievocano momenti brutti e belli della storia recente nerazzurra, quello che conta è il presente. E da questo punto di vista la sconfitta con la Juventus ha riportato indietro le lancette dell'orologio nerazzurro, alle difficoltà in campionato e a un percorso da incubo contro le squadre da parte alta della classifica.

Champions a rischio, l'avviso di Marotta. Oggi come oggi, più che allo scudetto, il pensiero va al quarto posto. Obiettivo minimo dell'Inter, in generale negli ultimi tempi è diventato per le big ancora più importante del tricolore. Anche a prescindere dal percorso, che ognuno si augura ancor più positivo di quanto non sia già stato, essere nell'Europa che conta fa la differenza, soprattutto dal punto di vista economico. È una delle cose che la dirigenza, a partire da Beppe Marotta, ha ricordato a Simone Inzaghi nel confronto andato in scena ieri alla Pinetina. Niente di clamoroso, ma anche nell'ultima uscita pubblica dell'ad non sono passate inosservate alcune parole, non stoccate ma stilettate sì pure rispetto ad alcune dichiarazioni dell'allenatore. Il rallentamento c'è, è innegabile. Perdere ulteriore terreno non è un'opzione: per scacciare le nubi relative agli scontri diretti prima della sosta ci sarà l'Atalanta domenica. Prima ancora, il Bologna questa sera: sono tornate le gare da non sbagliare.