Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / cagliari / Ex rossoblù
Matteoli: "Nelle altre nazionali giocano i sedicenni, in Italia giocano solo nelle loro categorie..."TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
domenica 23 giugno 2024, 22:45Ex rossoblù
di Vittorio Arba
per Tuttocagliari.net

Matteoli: "Nelle altre nazionali giocano i sedicenni, in Italia giocano solo nelle loro categorie..."

Gianfranco Matteoli, ex centrocampista del Cagliari nonché ex responsabile del settore giovanile rossoblù, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva soffermandosi sulle difficoltà nel lanciare i giovani da parte del movimento calcistico italiano. Di seguito le sue parole, riprese da TuttoCagliari.net: "Bisogna avere il coraggio, perché i ragazzi sono bravi: bisogna farli giocare. Ormai le squadre italiane sono tutte composte prevalentemente da stranieri. Non parlerei più di un vero "calcio italiano", perché nelle squadre campioni d'Italia, nove undicesimi dei giocatori sono stranieri, e alcune squadre addirittura schierano undici undicesimi di stranieri. Quindi, secondo me, se a questi livelli riusciamo a ottenere risultati nelle squadre giovanili, bisogna far giocare qualche giovane talento.

Altrimenti continueremo sempre nello stesso tran tran. Anche perché sono pochi i giocatori italiani che giocano ad alti livelli in Italia. È chiaro che c'è anche un altro aspetto da considerare: nelle altre nazionali, a livello giovanile, i sedicenni giocano già in nazionale maggiore, mentre i nostri giocano ancora nelle loro categorie. Anche questo vorrà dire qualcosa".