Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / championsleague / Serie A
Speciale Champions - Lazio, vent’anni dopo. Inzaghi c’era e c’è, Immobile è diventato grandeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 14 dicembre 2020 11:00Serie A
di Ivan Cardia

Speciale Champions - Lazio, vent’anni dopo. Inzaghi c’era e c’è, Immobile è diventato grande

Dumas non c’entra niente. Simone Inzaghi c’era vent’anni fa e c’è vent’anni dopo. Il tecnico della Lazio era in squadra l’ultima volta che l’Aquila è volata oltre la fase a gironi di Champions League ed è in panchina ora che la sua squadra ha centrato gli ottavi di finale. Da anni esprime un calcio tra i più convincenti della Serie A, ora ha l’occasione di mettersi in mostra nell’Europa che conta. Qualsiasi cosa verra d’ora in poi sarà tutto di guadagnato. Ma la Lazio sembra avere ancora fame.

Come è andata nel girone - Tutto è filato liscio, anche se per la qualificazione i biancocelesti hanno dovuto attendere l’ultima giornata. Le cose si sono messe in discesa sin dalla prima giornata, con la vittoria sul Borussia Dortmund. Ai tratti dell’eroismo la fase centrale, quando Inzaghi ha perso diversi giocatori per il caso tamponi. Bruges e Zenit, in fin dei conti, non hanno mai rappresentato un vero pericolo. E la Lazio, con Manchester City e Bayern Monaco, è una delle tre imbattute tra le squadre qualificate agli ottavi.

La stella - Ciro Immobile - E chi altrimenti. Segnare al Dortmund è stato come il compimento di un ciclo. Quel giovane promettente ma che in Europa non ha sfondato è diventato un grande, grandissimo attaccante. Chiunque lo affronterà sfiderà la Scarpa d’Oro in carica, non un bomber di provincia qualsiasi. È ormai un giocatore completo: brilla per i gol, ma quando manca la manovra della squadra capitolina ne risente enormemente. Trascinatore, nel vero senso della parola.

La rivelazione - Jean Daniel Akpa-Akpro - 28 anni sono troppi per imporsi nell’Europa che conta? No, se chiediamo all’ivoriano, che un anno fa giocava in Serie B con la Salernitana e in questa stagione si sta rivelando un’arma in più nello scacchiere tattico laziale. Non un titolare, certo, ma nei momenti di difficoltà si è fatto trovare pronto e ha sfruttato le sue occasioni.
L'undici tipo - I tre tenori sono diventati quattro. Perché nel corso degli anni, a Immobile, Milinkovic-Savic e Luis Alberto si è aggiunto Correa, vera e propria certezza dell’attacco. Le armi dalla panchina non mancano, soprattutto Felipe Caicedo, mentre i nuovi arrivi Muriqi e Pereira devono ancora entrare nei meccanismi offensivi. Qualche incertezza dietro: la tenuta fisica di Luiz Felipe tiene sempre in ansia. La rosa è più profonda di un anno fa. Forse non quanto dovrebbe essere per spaventare le avversarie.

(3-4-1-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Luiz Felipe; Lazzari, Leiva, Milinkovic-Savic, Fares; Luis Alberto; Immobile, Correa.

Coefficiente di difficoltà - 3,5/5
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000