Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / fiorentina / News
SIGNORI, Viola può migliorare ancora. Jovic...TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
mercoledì 27 luglio 2022, 19:08News
di Redazione FV
per Firenzeviola.it
fonte Radio Bruno

SIGNORI, Viola può migliorare ancora. Jovic...

L'ex attaccante di Lazio e Bologna, Beppe Signori, ha parlato della sua vicenda ma anche di Fiorentina e tanto altro. Ecco alcune sue parole: "Sono fuori da troppo tempo perché qualcuno scommetta su di me. Ma se non mi sarà data la possibilità di allenare da qualche club, aprirò la mia accademia e insegnerò ai miei bimbi. Comunque io posso dire che sono stato assolto perché mi chiamo Beppe Signori, ad altri va peggio. I calci di punizione? Li ho imparati dal viola Casarsa che li batteva da fermo, io facevo un piccolo passo però. 188 gol in serie A ed escluso nella finale del Mondiale? E' un mio grande rimpianto, Baggio si era fatto male e pensavo di giocare invece io avevo detto che volevo fare solo l'attaccante e quindi non mi fece giocare, ma io avrei giocato anche in porta una finale mondiale. Ma con una sostituzione ancora rimprovero a Sacchi proprio quello perché avrei potuto tirare io il rigore.

La Fiorentina? "Mi piace l'atteggiamento, Italiano ha dato una nuova mentalità, ha dimostrato di fare un ottimo lavoro in tutte le categorie e penso possa migliorare il lavoro dell'anno scorso grazie anche ai nuovi arrivi. Jovic? Io sono convinto che un giocatore dopo uno o due anni fatti male ha la stagione del riscatto, c'è bisogno di nuovi stimoli. Batistuta mi ha battuto come capocannoniere ma lui è un amico e come commentatori e per gli sponsor ci siamo visti spesso. Bati aveva caratteristiche che facevano al caso mio, forte fisicamente come tanti miei compagni che grazie al avoro che facevano mi permettevano di inserirmi. Eriksson? Mi è mancato il lato umano, perché dopo due stagioni da capitano mi sono sentito trattare come un ragazzino della Primavera. Tifosi laziali mi sono restati vicini ed è motivo di orgoglio che siano scesi in piazza nel 94 quando sono andato via. Ma non ho più giocato a calcio dopo il problema avuto, vado in bici e gioco a padel".