Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Notizie di FV
FEMMINILE: SI CHIUDE LA REGULAR SEASON, FIORENTINA TERZA. GAMA LASCIA LA NAZIONALE. PRIMAVERA: ALTRA STAGIONE DA DIMENTICARETUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom
martedì 20 febbraio 2024, 00:00Notizie di FV
di Redazione FV
per Firenzeviola.it
fonte a cura di Stefano Berardo

FEMMINILE: SI CHIUDE LA REGULAR SEASON, FIORENTINA TERZA. GAMA LASCIA LA NAZIONALE. PRIMAVERA: ALTRA STAGIONE DA DIMENTICARE

Si apre la seconda fase della Serie A Femminile. La Fiorentina è stata valida ed ha saputo mantenere il terzo posto in campionato già dalle prime giornate fino ad oggi. Ora anche l'allenatore Sebastian De La Fuente ha smesso di nascondersi: "Guardiamo alla Champions come obiettivo principale" ha dichiarato al termine del match di sabato scorso contro la Roma. Ed il tesoretto di tredici punti di distacco dall'Inter quarta in classifica, permetterà alle ragazze gigliate di mirare alla poule scudetto con fiducia e senza paura alcuna. Ovviamente gli ostacoli sono sempre in agguato. Le toscane dovranno comunque guardarsi da Roma e Juventus pronte a darsi battaglia per i primi due posti e che potranno sgambettare la Viola facendole perdere qualche punto lungo il cammino. Tuttavia, visto l'ormai naufragare della stagione della compagine nerazzurra allenata da Rita Guarino, i pronostici sono tutti a favore delle gigliate.

Nel corso della settimana trascorsa la Fiorentina è andata a vincere sul difficile campo del Como grazie ad una pennellata di Vero Boquete su punizione. Tre punti fondamentali da sommare alla sconfitta dell'Inter in casa contro la Juventus che hanno riportato quindi il vantaggio a tredici punti. Nell'ultima giornata di regular season al Viola Park era ospite la Roma ormai lanciatissima verso il secondo tricolore consecutivo. Dopo aver regalato il primo tempo alla compagine allenata da Spugna – conclusa con il gol del vantaggio firmato da Giugliano al termine di una strenua difesa da parte delle padrone di casa -, la Fiorentina si è affacciata maggiormente nella metà campo capitolina nel corso della ripresa. Tuttavia le ragazze di De La Fuente erano a corto di fiato e lucidità e non sono riuscite a creare grossi disagi al portiere giallorosso Ceasar. A fare gli straordinari è stata – come sempre –Katja Schroffenegger che ha chiuso più volte la porta in faccia alle romane evitando la goleada. La Fiorentina ha però il rimpianto di aver sbagliato le uniche occasioni pericolose capitategli nel corso del match. Prima Janogy da due passi manda alto, in seguito – in pieno recupero – ci prova al volo l'islandese Johansdottir davanti alla porta trovando la risposta pronta di Camelia Ceasar dopo novanta minuti da spettatrice non pagante. La contesa finisce con la vittoria della Roma ma anche con le proteste di mister De La Fuente per via della mancata assegnazione di un vistoso penalty a seguito di un fallo di Di Guglielmo su Longo. Nonostante la sconfitta la stagione della Fiorentina rimane da incorniciare ma è ora che le cose si fanno più difficili. Fortunatamente l'Inter non approfitta dello scivolone delle viola e chiude la prima parte di stagione perdendo il derby contro il Milan già condannato a giocarsi la poule salvezza per 2-1. Appuntamento tra circa un mese per l'inizio della fase finale di questo campionato 2023/2024.

Prima di allora ci saranno le due semifinali di Coppa Italia contro la Juventus Women che saranno disputate il 3 marzo (andata in casa al Viola Park) e il 9 dello stesso mese (ritorno in trasferta a Biella). Le toscane non hanno il favore del pronostico, ma considerando le ultime buone prestazioni contro le big del campionato non hanno nulla per cui farsi spaventare. Anzi, ci si aspetta due gare a viso aperto in cui entrambe le formazioni daranno il tutto per tutto con l'obiettivo di raggiungere la finale. Per la Fiorentina sarebbe un ritorno dopo cinque anni dall'ultima volta in cui persero l'ultimo atto proprio contro le bianconere nel lontano 2019.

Ma prima ancora di disputare le semifinali di Coppa, ci sarà la sosta per le nazionali con diciassette ragazze che saranno impegnate nelle varie selezioni. Un numero particolarmente alto che costringerà il tecnico argentino a vedere i suoi ranghi estremamente ridotti. Per l'occasione qualche atleta avrà la chance di ricaricare le batterie dopo un finale di stagione molto dispendioso a livello fisico. Nelle ultime giornate infatti la Fiorentina è rimasta spesso a corto di ossigeno. Lo stop permetterà anche di provare a recuperare alcune delle infortunate meno gravi. Sempre in chiave Nazionale è arrivata la notizia che Sara Gama dirà addio alla maglia Azzurra il prossimo 23 febbraio. L'ultimo match che disputerà da calciatrice dell'Italia Femminile sarà l'amichevole con l'Irlanda che si giocherà allo stadio Curva Fiesole del Viola Park.

In chiusura dobbiamo per forza di cose parlare del fallimento del progetto Primavera Femminile viola. Non è la prima volta che succede, ma ormai sono diversi anni che la Fiorentina non riesce più a raggiungere le finali scudetto di categoria. È un peccato perché diversi club che sono entrati dopo quello presieduto da Rocco Commisso, iniziano a raccogliere i frutti del loro percorso. Squadre come Milan, Inter e Sassuolo ora hanno superato nettamente la Fiorentina Femminile Primavera, grazie anche agli innesti provenienti dall'estero. Su questo aspetto la società toscana è ferma da anni. Le rossonere si godono il gioiellino serbo Sara Stokic, la Roma ha acquistato Cintia Martins dal Portogallo proprio per l'Under 19. 

A quanto sembra alla Fiorentina manca un apparato scouting che vada alla ricerca di talenti anche fuori dall'Italia. Ben venga la filosofia di ricercare le giovani nell'entroterra toscano e nazionale, ma si è visto come ormai questo non sia più sufficiente. Il mancato raggiungimento delle final four scudetto mette inevitabilmente in discussione anche l'operato del tecnico Nicola Melani. Dopo aver raccolto l'eredità lasciatagli da Claudio Ricci, dimissionario per motivi personali, l'ex collaboratore di Antonio Cincotta aveva dichiarato che l'obiettivo sarebbe stato quello di raggiungere le finali. La stagione vissuta con lui in panchina però si è rivelata altalenante con molti bassi e pochi alti. Se la Fiorentina vuole invertire il trend forse è il caso di partire proprio dal tecnico. Ci sono dei profili che si stanno facendo conoscere (o che lo hanno fatto) che potrebbero migliorare il settore giovanile femminile gigliato. Dei nomi: Ilaria Leoni, allenatrice della Primavera dell'Arezzo con cui lo scorso anno ha ottenuto la promozione dalla seconda serie da imbattuta. Nicoletta Mazza, giovane guida tecnica del Lumezzane In Serie C che in passato ha ottenuto risultati molto buoni anche in cadetteria sulla panchina del Cortefranca. Roberto Castorina, storico responsabile dell'intero settore giovanile della Florentia San Gimignano con cui non ha mai mancato l'appuntamento delle final four. E ancora, Sara Colzi già in passato coach della primavera femminile viola e con esperienze nel settore giovanile del Pontedera e sulla panchina del Prato Social Club. La palla spetta ai dirigenti viola ora. Se le cose in prima squadra stanno andando alla grande, è arrivato il momento che anche in Under 19 si respiri un'aria simile per impedire che il campionato Primavera Femminile continui ad essere un affare privato tra le solite Roma e Juventus.