Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Notizie di FV
NON VOLA L'AQUILA MA UNA INATTESA E PREGEVOLE VIOLA
martedì 27 febbraio 2024, 00:12Notizie di FV
di Sonia Anichini
per Firenzeviola.it

NON VOLA L'AQUILA MA UNA INATTESA E PREGEVOLE VIOLA

Vorrei poter fare un sondaggio per sapere se c’è un tifoso viola che ieri sera non si è lasciato andare agli improperi, se non sono piovute insieme alla pioggia le peggiori parolacce almeno per una buona ora della partita contro la Lazio, almeno fino al pareggio di Kayode che col suo primo gol in serie A ha riaperto le sorti del match. Ma si possono collezionare 4 pali in poco più di sessanta minuti? Ci sono riusciti in sequenza Nico, Belotti, Biraghi e di nuovo Gonzalez stampando il rigore proprio sul legno. Una vera e propria saga che poteva costarci cara ma ieri la Fiorentina ha rispolverato le partite che ci piacciono, quelle che da tempo evocavamo come un ricordo ed ha mostrato una buona condizione fisica, grinta e carattere.

Soprattutto la condizione mentale è stata impressionante perché dopo tutti i pali colpiti, dopo il gol laziale arrivato allo scadere del primo tempo con l’unica loro azione d’attacco, dopo il rigore fallito c’era solo da perdersi ed invece i ragazzi di Italiano hanno reagito alla grande e da squadra ribaltando il risultato, bloccando il volo dell'aquila a favore di una pregevole Fiorentina. Il Mister ha schierato una rosa a trazione offensiva, con un centrocampo molto tecnico e ho pensato che potevamo avere qualche problema contro la squadra di Sarri, che fra l’altro non era mai stato battuto da Italiano, ma invece arriva la serata che non ti aspetti dopo questo inizio anno decisamente deludente. Dopo settimane travagliate credo che ieri sera il Mister si sia preso una bella rivincita contro tutti coloro che lo considerano il nostro problema maggiore.

Non so cosa abbia trasmesso di diverso dalle precedenti partite il nostro allenatore ai suoi calciatori, ma mi auguro che si sia ritrovata “la dritta via” che era smarrita e si possa evitare di vivere gli alti e bassi (molti bassi in queste ultime settimane) delle precedenti gare che hanno un po’ compromesso le posizioni importanti della classifica. Non ho mai creduto che la Fiorentina potesse lottare per i vertici ma buttare via punti a “bischero” certo non aiuta a sognare in grande.

Come spesso accade alla nostra squadra non sono andati in gol gli attaccanti anche se, sia Beltran che Belotti, hanno dato il loro contributo a questa vittoria. Soprattutto l’ex romanista che ha partecipato al tiro a segno dei pali ed ha fatto il passaggio decisivo per il gol del pareggio di Kayode che, comunque, ha battuto sotto la traversa prima di finire nella rete. Il Gallo si è inoltre procurato il rigore che è stato poi sbagliato dal 10 viola.

Oltre alla gioia per la prima rete del giovane difensore viola, sono felice del gol che ha fatto Bonaventura per vedere di tacitare coloro che pensavano fosse già, almeno con la testa, altrove. Non so come finirà questa storia, ma so che se Jack è in forma è un giocatore fondamentale per la Viola e spero ci si possa godere ancora in partite come quella di ieri sera al Franchi.

Vorrei poi capire come intendono risolvere il problema dei rigori perché se poi le gare le vinci, si può passare oltre, ma sta di fatto che Gonzalez ha nuovamente sbagliato dal dischetto. Il Mister ha detto che Nico “ha giurato che il prossimo lo tira e lo segna” e lui ha aggiunto “se sbaglia sono cavoli suoi”. Spero che intenda che gli fa fare dieci ore di allenamento a batterli a oltranza perché altrimenti i cavoli diventano anche nostri!

Resta comunque, dopo tutti i discorsi che si possono fare, la soddisfazione per questa bella vittoria, ancora più bella perché inaspettata ma confortante se si pensa che apre un filotto di partite molto complicate in campionato, oltre alla Conference e alla Coppa Italia. Serviva come l’aria dare una svolta alle sorti della Fiorentina e ora è fondamentale dare continuità perché vincere e convincere una tantum serve a poco.

La Signora in viola