Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / News
OSSERVATORIO, C'è rischio porte chiuse Viola-MaccabiTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom
venerdì 1 marzo 2024, 10:41News
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

OSSERVATORIO, C'è rischio porte chiuse Viola-Maccabi

Continuano ad esserci dubbi sul doppio confronto che la Fiorentina dovrà affronterà contro il Maccabi Haifa negli ottavi di finale di Conference League. Già ieri, per la gara d'andata che si giocherà in campo neutro a Budapest, è emersa la possibilità che per acquistare il biglietto d'ingresso presso lo stadio dell'Honved, per questioni di sicurezza, possa essere necessaria la presentazione del passaporto.

Rischio porte chiuse per la gara di ritorno
Intanto, nel comunicato dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, il Ministero dell’Interno sottolinea come sia sospeso il giudizio su Fiorentina-Maccabi Haifa, gara di ritorno che si giocherà al Franchi giovedì 14 marzo, al fine di approfondire meglio le attività di analisi dei rischi connessi alla gara. Emerge quindi il rischio che il ritorno degli ottavi venga disputato a porte chiuse, dunque senza pubblico come accaduto nel ritorno del playoff che il Maccabi ha disputato in Belgio contro il Gent

Match d'andata in terra ungherese
Intanto giovedì andrà in scena la prima delle due partite, che, come noto ormai da tempo, si giocherà a Budapest allo stadio che normalmente ospita le gare interne dell'Honved. La Fiorentina infatti gode del vantaggio di poter disputare i 90 minuti di ritorno in casa propria, in virtù del piazzamento ottenuto nella fase a gironi, con la squadra di Italiano che ha vinto il proprio raggruppamento mettendosi davanti a Ferencvaros, Genk e Cukaricki.