Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Calcio femminile
Italdonne, Soncin verso la Svezia: "Dimentichiamo il Mondiale, possiamo far risultato"TUTTO mercato WEB
lunedì 25 settembre 2023, 17:49Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Italdonne, Soncin verso la Svezia: "Dimentichiamo il Mondiale, possiamo far risultato"

“Ho analizzato quella gara, il 5-0 finale è stato un risultato troppo pesante in una sfida che per alcuni tratti aveva visto l’Italia giocare anche bene. Ci dobbiamo dunque lasciare alle spalle quei novanta minuti e scendere in campo a viso aperto con la consapevolezza che possiamo portare a casa un risultato positivo contro chiunque”. Il ct dell’Italia Femminile Andrea Soncin torna sulla sfida dell’ultimo Mondiale alla vigilia dello scontro di domani contro la Svezia, prima del Ranking FIFA, valida per la seconda giornata della Women’s Nations League: “Dobbiamo provare a fare la nostra gara e se la mettiamo sul piano del gioco possiamo fare risultato anche contro le scandinave, quando affronti squadre così forti qualcosa devi concedere, ma ho mostrato alle ragazze che quando loro attaccano possiamo trovare situazioni in cui fare male. Sicuramente vorrei vedere una squadra che rimane in partita per tutti i novanta minuti, cosa che non è accaduta nella sfida al Mondiale. - continua Soncin come riporta L Football - Calci piazzati? Li studiamo prima di ogni gara, ma parlare di una singola situazione serve solo a esternare preoccupazione”.

Il tecnico è poi tornato con la mente al lavoro fatto in questi pochi giorni e alla vittoria di venerdì in Svizzera: “Le vittorie danno un senso a chi giudica da fuori, ma io ero già contento del percorso fatto in pochi giorni. A San Gallo abbiamo affrontato la gara con determinazione e coraggio trovando buone situazioni di gioco e approcciando la gara con l’atteggiamento giusto, tutte cose che dovremo replicare contro la Svezia. - continua il ct – Il nostro è un percorso nuovo e ho la responsabilità di creare il contesto migliore per far crescere le ragazze. Il fulcro sta nel trovare le motivazioni dentro ognuna di loro per alimentare e far crescere il gruppo".


Spazio poi all’analisi dei vari reparti: “In Svizzera abbiamo giocato con le due punte, Piemonte e Giacinti, vicine, ma abbiamo un parco attaccanti con caratteristiche complementari e non è escluso che in altre gare potremmo fare scelte differenti anche in base alle avversarie. Beccari? Credo si esprima meglio con una punta centrale vicina. Dragoni è un talento che va accompagnato e che esprime grande entusiasmo, ha le stesse chance di giocare delle altre. - continua Soncin - In difesa abbiamo elementi che giocano con grande personalità e altri che possono dare tanto pur non scendendo in campo. Ci sono equilibri da creare e ritrovare che sono molto delicati”.