Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Serie A
Fiorentina, Ranieri: "Una delle migliori partite dell'anno, concesso pochissimo alla Lazio"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
martedì 27 febbraio 2024, 00:15Serie A
di Matteo Vana

Fiorentina, Ranieri: "Una delle migliori partite dell'anno, concesso pochissimo alla Lazio"

Una vittoria in rimonta, quella della Fiorentina sulla Lazio al Franchi, che proietta la squadra viola nelle zone più nobili della classifica permettendo così di sognare un piazzamento Champions. A risultare decisive ai fini del risultato, vanificando la rete di Luis Alberto, le reti i Kayode e Bonaventura che ribaltano il match nella ripresa. A fine partita è Luca Ranieri, difensore della Fiorentina, che dopo il fischio finale esalta la prestazione dei suoi compagni di squadra: “Abbiamo fatto una delle migliori partite dell’anno, siamo stati grandi e dobbiamo continuare così. Kayode? Sono felice per lui, si merita il gol e se continua così otterrà grandi risultati. E’ un ragazzo eccezionale e abbiamo un bel rapporto”, le sue parole ai microfoni di DAZN.

Cosa ha pensato dopo i tre pali colpiti?
“A fine primo tempo non ci credevamo di chiudere in svantaggio, non ci siamo buttati giù ed è giustamente arrivata la vittoria. Noi prepariamo le partite uomo su uomo. Come sul gol subito potevamo abbassarci un pochino e il gol non sarebbe arrivato. E’ andata bene così anche se abbiamo subito un gol concedendo pochissimo alla Lazio"


Rigori?
“Non li calcerò io. Abbiamo Nico che oggi è stato sfortunato, poi c’è Beltran e tanti altri prima di me”