Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / I fatti del giorno
Tanta tensione tra Torino e Fiorentina, ma zero gol. Juric e Italiano litigano e fanno paceTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 3 marzo 2024, 00:49I fatti del giorno
di Alessio Del Lungo

Tanta tensione tra Torino e Fiorentina, ma zero gol. Juric e Italiano litigano e fanno pace

La Fiorentina non va oltre lo 0-0 nell'anticipo del sabato sera contro il Torino, valido per la 27^ giornata di Serie A. Tanto equilibrio, con i granata meglio nel primo tempo e i viola che hanno provato a vincere la gara nella ripresa. Tra i padroni di casa il migliore è stato Duvan Zapata che, insieme a Raoul Bellanova, è stato sempre protagonista nelle azioni offensive dei suoi. Male Ricci, espulso prima dell'intervallo per proteste, e Sanabria, poco concreto. Negli ospiti, da menzionare Bonaventura e Nico Gonzalez, mentre ha steccato Ranieri, ammonito in avvio di match.

Nel post-partita Ivan Juric ha parlato ai microfoni di Sky Sport, commentando il rosso ricevuto e il battibecco avuto con Vincenzo Italiano: "C'è un'adrenalina a mille, la vivi così e litighi sulle cose dove non devi litigare. Sono cose che succedono, si va avanti, Vincenzo è un amico. Nervosismo? Non ho visto un nervosismo diffuso, ho visto un grande Torino che ha creato 5 palle gol nel primo tempo. Il neo è quello, non abbiamo chiuso la gara, perché abbiamo avuto tante occasioni, non abbiamo segnato ed è chiaro che se ci sono situazioni che ti disturbano, sale il nervosismo. Per il resto è stata una partita normalissima, invece di fare domande polemiche parlerei di un grande Torino, che ha creato più chance della Fiorentina. Ricci è uno anti-cattiveria, troppo educato... Mi dispiace, la squadra si è espressa a livelli altissimi, ha fatto molto bene, ma nel secondo tempo abbiamo dovuto fare un altro tipo di partita. I ragazzi hanno dimostrato di essere un grande gruppo. Il nostro sangue è lo stesso, andiamo un po' fuori dalle righe, c'è questo duello intenso, ma bello. Ho esagerato e sono stato espulso giustamente, devo chiedere scusa, ma non prometto niente per la prossima volta".


Vincenzo Italiano, ai microfoni di Sky Sport, ha stemperato ulteriormente gli animi: "Penso che siano situazioni dove si fraintende. Io stavo parlando con il quarto uomo, volevo anche interpellare lui, ma l'adrenalina durante le partite e tutto quello che fa di contorno ti porta ad avere questi battibecchi. Tutto a posto, non credo sia niente di particolare. Non è la prima volta che succede con lui, così come con altri, poi finita la partita si pensa alla prossima, ci si stringe la mano e si va avanti. Volevo chiedere una cosa al presidente Cairo, qualcuno mi ha fermato, ma vabbè. Volevo dirgli che può capitare di essere un po' accesi, le partite sono importanti, gli animi bollenti. Guardate che è tutto a posto. Il gesto di Juric non l'ho visto, ma ho grande stima del presidente, gliel'ho ribadita in campo e basta. Volevo solo salutarlo".