Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / fiorentina / Altre Notizie
TMW RADIO - Di Gennaro: "Italia, grande delusione. Ora Mancini farà valutazioni molto attente"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
martedì 16 novembre 2021, 15:35Altre Notizie
di TMWRadio Redazione
tmwradio

Di Gennaro: "Italia, grande delusione. Ora Mancini farà valutazioni molto attente"


A commentare l'Italia e il post Irlanda del Nord a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è stato l'ex calciatore e commentatore tv Antonio Di Gennaro.

Un pensiero sul pari della Nazionale:
"C'è delusione, era un girone abbordabile e lo potevamo decidere prima. Inutile che dopo l'Europeo c'è stata una flessione nel gioco e nell'entusiasmo, ma abbiamo avuto la possibilità di passare. Si doveva vincere ieri. Era una partita che contava molto ma c'è da ripartire ora. Mancini farà delle valutazioni molto attente ora. La tematica dell'attaccante c'era prima e ci sarà anche dopo. Immobile è stato criticato sempre ma in Italia abbiamo solo lui. Dovremo arrivare a marzo trovando delle alternative, perché il falso nueve non ha dato le risposte attese".

Crisi quindi di attaccanti?
"Immobile ha segnato in questi anni, ma sia lui che Belotti in Nazionale hanno fatto poco. L'attaccante che vuole Mancini per il suo modo di giocare è diverso. Ha provato Raspadori ma è giovane e gioca anche poco nel Sassuolo. C'è Scamacca ma anche lui stesso discorso. C'è Lucca, che fa bene in U21 ma bisogna farlo crescere".

Italia sopravvalutata?
"La mentalità ci ha portato a giocare in modo diverso, volevamo comandare e abbiamo rischiato, prendendo ripartenze. Abbiamo avuto una mentalità diversa che ci ha portato a crescere a livello mondiale. L'Italia ha vinto grazie al gioco e alla fortuna. Non abbiamo i grandi talenti come Baggio, Del Piero o Totti, che ti risolvono le partite. Dobbiamo compensare con altre cose. Per me comunque questa Nazionale ci va al Mondiale".

Nel weekend c'è Fiorentina-Milan. C'è anche la sfida Ibra-Vlahovic. Lui può arrivare a quel livello?
"Un 2000 così, a parte Haaland, non c'è. Ha davanti un futuro incredibile. Ibra a 40 anni è ancora decisivo, ma se mentalmente rimane così Vlahovic può diventare molto forte".
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000