Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / fiorentina / Serie A
TMW RADIO - Oscar Damiani: "Il Milan non è in ritardo sul mercato. Dybala? Ad ora c'è solo l'Inter"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 1 luglio 2022, 19:57Serie A
di Tommaso Bonan
tmwradio

Oscar Damiani: "Il Milan non è in ritardo sul mercato. Dybala? Ad ora c'è solo l'Inter"


Il procuratore Oscar Damiani è intervenuto durante "A Tutto Mercato", su TMW Radio, per parlare dei temi del giorno.

La situazione dei calciatori a parametri zero sta andando ad avvantaggiare le società?
“Il mercato è cambiato. Ora ci sono anche richieste economiche alte da parte dei giocatori, quindi diventa un po’ difficile accasarsi per i calciatori come Dybala”.

Belotti e Bernardeschi rimarranno in Serie A?
“Sicuramente rimarranno in serie A, sono buoni calciatori. Nei prossimi giorni penso troveranno squadra”.

Il Milan è molto in ritardo sul mercato rispetto alle altre?
“Finora ci sono stati pochi colpi in generale nel mercato delle grandi, quindi non è proprio in ritardo. C’è tutto il tempo per arrivare agli obiettivi prefissati”.

Dybala al Milan è fattibile?
“Penso di no, ad ora c’è solo l’Inter”.

La Juventus si sta attrezzando per esaltare Vlahovic?
“Certo, Vlahovic è un giocatore fondamentale. La società e Allegri faranno il possibile per esaltarlo e non dimentichiamoci che deve ancora rientrare Chiesa”.

Italianizzare le squadre in una stagione con il Mondiale di mezzo può essere una strategia?
“Certo, in particolare i giovani sono il futuro del campionato. È indubbio che questi mondiali saranno un po’ un problema, vedremo cosa succederà”.