Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / frosinone / Serie A
Soulé, parla l'ex tecnico: "È da Premier League. Il no all'Arabia non mi ha sorpreso"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 23 febbraio 2024, 14:23Serie A
di Alessio Del Lungo

Soulé, parla l'ex tecnico: "È da Premier League. Il no all'Arabia non mi ha sorpreso"

Ignacio Mendez, allenatore di Matias Soule ai tempi del Club Atletico Kimberley, ha rilasciato un'intervista a TuttoJuve.com per parlare del talento in prestito dalla Juventus al Frosinone: "Ci siamo sentiti attraverso i social network, ma la conversazione è stata molto breve poiché ora ha più responsabilità. A volte parlo di più con il padre, come dicevo siamo rimasti in contatto".

Diventerà l'erede di Messi o di Di Maria che è stato suo compagno di squadra alla Juventus?
"Per me ogni giocatore ha il suo stile e la sua impronta, ma siamo sempre abituati a confrontarli con altri o con qualcosa di simile (sorride ndr)".

Quindi non vuole proprio rispondere alla domanda?
"Se dovessi scegliere in base alla tua domanda, direi più l'erede di Di Maria che di Messi".


L'ha sorpresa la sua decisione di rifiutare la ricca offerta araba pervenuta qualche settimana fa?
"No! Innanzitutto non lo sapevo, e in secondo luogo la cosa non mi sorprende perché fin già da giovanissimo aveva dei principi. E non mi riferisco solo al calcio. Immaginate che sia rimasto alla Juventus per lottare, sapendo che poteva andare in un altro Paese e ha deciso di non andarci. Mati è ambizioso e cerca sempre di progredire ma giocando con la palla. Quest'ultima cosa lo rende davvero felice".

La stessa Juventus, detentrice del suo cartellino, potrebbe commettere un errore a cederlo la prossima estate?
"Per me Matias è un giocatore da Premier League: per il suo modo di giocare, per la dinamicità, per la velocità. Sarebbe una grande crescita per il suo calcio".