Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / genoa / Copertina
Qatar 2022: Messi segna Alvarez raddoppia; l'Argentina soffre ma passaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 3 dicembre 2022, 21:57Copertina
di Franco Avanzini
per Genoanews1893.it

Qatar 2022: Messi segna Alvarez raddoppia; l'Argentina soffre ma passa

1000 partite senza segnare mai nella fase ad eliminazione diretta di un Mondiale. E' quello che vuole sfatare Lionel Messi. Sulla strada della sua Argentina c'è un'Australia che sembrerebbe la vittima sacrificale. I Sud Americani prendono subito possesso della metà campo degli "aussi" facendo girare la palla e non lasciando molte alternative agli avversari se non quello di spezzare quando possono, il gioco dell'albiceleste.

Ma qualche errore di troppo non permette ai ragazzi di Scaloni di rendersi particolarmente pericolosi. Arrivata al limite dell'area degli australiani, la squadra Sud Americana si perde non trovando l'imbucata giusta per andare a far male. Non arriva l'episodio per sbloccare una gara che appare ancora troppo ferma e priva di grandi accelerazioni. 

Doveva segnare Messi? Ecco fatto, un rasoterra dal limite dell'area di rigore  che non da scampo al portiere avversario Ryan. Alla prima vera occasione la "pulce" non ha dato scampo alla nazionale australiana. I ritmi non si alzano, situazione assolutamente positiva per l'Argentina che può controllare sfera e partita.

Il "tenere palla" permette all'Argentina di ballare il suo tango senza sudare neppure troppo, palla a terra, passaggi un po' in tutte le direzioni ed avversari costretti a correre senza riuscire ad avanzare troppo. Australia che fatica incredibilmente a tenere palla per più di tre o quattro passaggi, troppi gli errori commessi e praticamente nessun tentativo verso la porta avversaria. 

Per chiudere di fatto la gara ci vuole Alvarez che approfitta di un errore del portiere Ryan, gli scippa la sfera e la manda in fondo al sacco. Per l'Australia adesso diventa davvero dura. Domina n lungo e in largo l'albiceleste che fa vedere anche bel gioco, azioni ariose, scambi veloci ma anche contrasti in difesa e recupero palla.

Ci voleva un episodio per cambiare la partita e questo arriva subito. Goodwin fa partire una conclusione con il pallone he viene deviato nettamente da  Fernandez terminando alle spalle di Martinez. L'Argentina, spaventata, torna a far girare palla e a sistemarsi nella metà campo avversaria per evitare nuove brutte sorprese. Lautaro Martinez e Messi avrebbero le occasioni per chiudere il match ma sotto porta non sono precisi regalando respiro all'Australia. Troppo poco però il tempo per cercare il pareggio e per la albiceleste c'è la promozione ai quarti di finale.