Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / genoa / News
Genoa U18: scudetto da sogno per i ragazzi di Ruotolo
venerdì 14 giugno 2024, 13:20News
di Radazione Genoa News 1893
per Genoanews1893.it

Genoa U18: scudetto da sogno per i ragazzi di Ruotolo

Gennarino ha portato il sorriso e uno scudetto, il primo trofeo per i 777 Partners, che parte dalle fondamenta.

È bastato un gol per tempo contro la Rome leva 2006 per prendersi un trofeo che corona il gran lavoro svolto da Michele Sbravati nelle giovanili rossoblù. Venturino allo scadere del primo tempo con un tiro da lontano e rigore di Romano – per atterramento di Grossi in area – a dieci minuti dallo scadere.

“Devo fare i complimenti alla squadra perché non ha mai mollato e soprattutto ci ha creduto fino alla fine.” Ha sottolineato Ruotolo ai microfoni di DAZN “E’ una bella soddisfazione aver vinto per la seconda volta il campionato, sono contento. Un grazie alla società che fa crescere i ragazzi”.

E fin qui la cronaca di una serata che ad Ancona ha regalato emozioni forti ai tifosi rossoblù. Ma quel che conta è quanto si stia seminando in un ambiente in grande fermento.

Genova sta crescendo in maniera esponenziale in termini di coinvolgimento delle giovani leve e tutti i settori giovanili del Grifone hanno compiuto notevoli passi avanti nella crescita.

Poste le basi è necessario consolidarle. Gennarino cuore rossoblù ha dovuto sudare sette camicie per arrivare a questo trionfo e gli va riconosciuto grandissimo merito. C’è chi lavora con la testa e chi con il cuore. Lui ce li mette entrambi perché il sottile filo rosso (e blu) che lo lega al Grifone è più forte di qualsiasi altro stimolo.

I ragazzi che ha guidato hanno saputo dare continuità e solidità a un ottimo campionato dimostrandosi cinici e pronti a tutto fino alla fine. La semifinale con l’Inter la dice lunga sul carattere di questi ragazzi che possono essere pronti a calcare nuovi e più ambiziosi palcoscenici.

Il calcio italiano non sembra mai pronto a far fare un passo significativo ai giovani talenti, ma oggi, come non mai, è necessario che si provi a osare. Questi ragazzi sono la faccia bella del nostro calcio, sono genoani e hanno tanta voglia di seguire i loro sogni.