Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / genoa / Serie A
ESCLUSIVA TMW - Marco Belinelli: "Organizzazione e zero pensieri. Vi racconto la mia bolla NBA"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Simone Bernabei
martedì 13 ottobre 2020 16:08Serie A
di Simone Bernabei
esclusiva

Marco Belinelli: "Organizzazione e zero pensieri. Vi racconto la mia bolla NBA"

Marco Belinelli è rientrato in Italia, dopo l'esperienza nella bolla di Orlando, in Florida, in cui l'NBA si era rinchiusa per portare a termine una stagione spezzata in due dal Coronavirus e dai conseguenti lockdown. Il campione della Nazionale italiana di basket e della NBA, a scadenza di contratto con i San Antonio Spurs, ha parlato in esclusiva a TuttoMercatoWeb per raccontare la sua esperienza all'interno del Walt Disney Resort. Un'idea, quella della bolla, che nelle ultime ore ha sfiorato anche il calcio italiano. Una possibilità fra le tante per portare a termine il campionato nel caso in cui la situazione sanitaria dovesse peggiorare ulteriormente.
Questo il pensiero di Belinelli in un estratto della lunga intervista che potrete leggere in modo integrale a partire dalle ore 20 su TMW: "E' stata un'esperienza incredibilmente positiva. E ora che la stagione è terminata, i pensieri sono ancora più chiari. Era tutto super controllato, tutto organizzato nel dettaglio, tutto studiato alla perfezione. E infatti a stagione conclusa dalla bolla non è emerso neanche un giocatore positivo. Zero contagi, insomma".

Ma là dentro non ha mai sentito il peso dell'esser lontano da tutto e da tutti?
"Devo ripetermi. Per me in linea generale è stata un'ottima esperienza, anche se è vero che la lontananza della famiglia e dei cari ha un po' pesato soprattutto nei primi giorni di ritiro. Poi ci siamo abituati e i giorni sono passati".

Proviamo ad entrarci allora, dentro la bolla. Cosa può dirci delle sue giornate?
"Era tutto organizzato in maniera fantastica. Ovviamente era la prima volta per tutti, vista la straordinarietà della situazione. Ma la Lega ha confermato ancora una volta di essere la numero uno. All'interno della bolla c'erano tanti servizi pensati per noi giocatori: le 22 squadre erano divise in 3 hotel, ognuno dei quali ospitava 6-7 squadre. E dentro il parco potevamo fare di tutto: pescare, giocare a golf e a tennis, andare in piscina. Poi avevamo il tavolo da ping-pong, i giochi di società, potevamo muoverci per fare passeggiate. E poi guardavamo le altre partite, ovviamente".

Insomma, potevate muovervi quasi liberamente...
"Ovviamente sempre con la mascherina, questo è fondamentale. Con gli altri italiani ci siamo visti spesso. Io ho passato tanto tempo con Melli, con Gallinari e con Matteo Zuretti. Siamo arrivati nella bolla da San Antonio il 9 luglio e fino al 22 potevamo incontrare solo giocatori e staff delle squadre che erano nel nostro hotel. Poi tutto è stato molto più libero, pur nel pieno rispetto delle regole".

A livello di test, come e quanto eravate controllati?
"Dovevamo effettuare il tampone ogni giorno, misurarci la temperatura e registrarla per restare sempre monitorati. Ripeto, dal punto di vista dell'organizzazione eravamo nella perfezione assoluta. Ma non avevo dubbi, l'NBA è una cosa unica. E poi avevamo un braccialetto elettronico con cui potevamo spostarci da una zona all'altra, ci permetteva di non toccare porte e maniglie così come di pagare al ristorante, nei negozi, in piscina".

La location, il Walt Disney Resort, era uno spazio adeguato?
"Era uno spazio enorme, anche se l'NBA è stata aiutata dal fatto che la Disney è sponsor della Lega. Detto questo, è stato fatto qualcosa di enorme, di incredibile, in una location grande quasi quanto una città. Anche se noi potevamo accedere solo a determinate zone".

Come eravate sistemati dal punto di vista degli alloggi?
"Eravamo in camere singole, tutte grandi e molto confortevoli. Letto enorme, tanto spazio per muoverci, balcone privato... Insomma noi giocatori eravamo nelle condizioni di poter pensare solo e soltanto al basket senza ulteriori preoccupazioni".
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000