Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / genoa / Serie A
Al Tardini vince la paura di perdere. Poche occasioni e zero gol, Parma-Fiorentina è 0-0TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 07 novembre 2020 22:41Serie A
di Simone Bernabei

Al Tardini vince la paura di perdere. Poche occasioni e zero gol, Parma-Fiorentina è 0-0

Partita chiusa e decisamente avara di emozioni, quella andata in scena al Tardini fra Parma e Fiorentina. Col risultato finale, 0-0, che senza particolari giri di parole rispecchia quanto visto in partita, con i portieri Sepe e Dragowski raramente chiamati in causa.

PRIMO TEMPO CON POCHE EMOZIONI. RIBERY GIALLO PER SIMULAZIONE - Il primo tempo della sfida ha ben poco da raccontare. La Fiorentina prova a fare gioco e tiene il possesso del pallone, il Parma resta rintanato in difesa e si affida ad un paio di contropiedi non particolarmente pericolosi. Di Biraghi su punizione e Kouame di testa le occasioni più interessanti, comunque poco insidiose per Sepe. Al 42’ ammonito Franck Ribery per simulazione dopo un contatto con Osorio in area parmense.

BIRAGHI SUBITO PERICOLOSO - Nella prima parte di ripresa, e nonostante due cambi quasi immediati di Liverani, lo sviluppo del match non cambia e la Fiorentina continua a chiudere il Parma nella propria trequarti. Al 50’ l’azione fino a quel momento più pericolosa: batti e ribatti al limite dell’area crociata, Pulgar trova il movimento di Biraghi che col mancino costringe Sepe al grande intervento. Il rischio vissuto non sposta di un centimetro il Parma, che resta compatto e chiuso in difesa con quasi tutti gli effettivi sempre dietro la linea del pallone. E la Fiorentina, come nel primo tempo, fa una fatica clamorosa a costruire negli ultimi 20/25 metri.

IL PARMA PROVA A USCIRE DAL GUSCIO - Lo sterile pressing offensivo della Fiorentina alla lunga cala e perde intensità. E così il Parma, soprattutto grazie ai guizzi di Karamoh, prova ad alzare il proprio baricentro anche se con scarsi risultati. La punizione da buona posizione di Bruno Alves tocca la barriera e finisce lontanissima dalla porta di Dragowski. E Liverani, per provare a dare ulteriore freschezza all’attacco, sceglie di far esordire l’argentino Brunetta al posto di uno spento Gervinho.

ANCHE NEL FINALE LE EMOZIONI LATITANO - Dopo una decina di minuti in cui il Parma aveva provato in maniera soft ad alzare il pressing, la Fiorentina torna a guadagnare campo. Ma di idee buone per impensierire Sepe neppure l’ombra. All’80’ ci prova uno spento Castrovilli da fuori, prima di lasciare il campo a Bonaventura. Mentre nei minuti di recupero i viola provano nuovamente ad affidarsi alle invenzioni di uno stanco Ribery. A pochi secondi dalla fine è Lirola a sfondare a destra, ma Bruno Alves presidia bene l’area piccola e chiude in corner. E’ l’ultima iniziativa del match, con l’arbitro La Penna che dopo 3’ di recupero manda le squadre negli spogliatoi sullo 0-0.
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000