Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
È un'Inter da paura: eguagliato anche il record di TrapattoniTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 febbraio 2024, 09:13News
di Adele Nuara
per Linterista.it

È un'Inter da paura: eguagliato anche il record di Trapattoni

L'Inter corre spedita verso il traguardo e, almeno in Italia, non c'è nessuno che pare possa ostacolarla. "Ma anche perché ha acquisito una mentalità feroce che le consente di cambiare sette uomini nella formazione titolare senza perdere competitività. Gestione e risoluzione sono cose da grandi, se vanno di pari passo" - si legge sul Corriere dello Sport - e gli uomini di Inzaghi stanno dimostrando di esserlo. A farne le spese, questa volta, è il povero Lecce, costretto a punti salvezza ma non era ieri la giornata giusta.

L'Inter veniva da nove vittorie consecutive nel 2024 e aveva fretta di chiudere i giochi in campionato per pensare alla Champions: "È una squadra talmente matura da capire quando, dove e come colpire. Può concedersi un primo tempo lento, persino pigro, immaginando di massimizzare i benefici termici di un’unica fiammata: una palla recuperata sulla trequarti, una verticalizzazione del regista di riserva Asllani, la volata di Lautaro verso il centesimo gol in Serie A".

63 gol segnati e appena 12 subiti in 25 partite sono numeri da paura che sottolineano una differenza reti di 51 gol. Ma c'è un altro primato da record: "L'Inter ha ottenuto un altro clean sheet: 16 su 25, come nel campionato 1988/89, quello dei record di Trapattoni. È un altro dato esuberante, perché accerta lo strapotere di un gruppo che può segnare la storia dell'Inter. Molto al di là del valore simbolico della seconda stella", conclude il quotidiano.