Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Serie A
Inzaghi applaude Carlos Augusto: "Bravissimo, non era semplice entrare a freddo a Napoli"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 4 dicembre 2023, 00:18Serie A
di Giacomo Iacobellis

Inzaghi applaude Carlos Augusto: "Bravissimo, non era semplice entrare a freddo a Napoli"

Intervistato da Inter Tv a fine partita, mister Simone Inzaghi ha analizzato così la vittoria per 3-0 di questa sera contro il Napoli: "Sono tutte partite complicate. Sapevamo di dover fare una grande prova, ci siamo equivalsi. Meglio prima loro, poi noi, nel secondo tempo dopo il raddoppio di Barella siamo diventati padroni del campo e abbiamo chiuso nel migliore dei modi".

Un giudizio su Carlos Augusto?
"È stato bravissimo, perché ha fatto una grandissima gara. Non era semplice entrare a freddo, senza riscaldamento qui al Maradona contro avversari che ti possono mettere in difficoltà sempre. Sono molto soddisfatto di lui, della squadra, adesso ci godiamo questa vittoria, ma da martedì testa all'Udinese".


I ragazzi sono sempre più affiatati. Sicuramente merito loro ma anche suo, non crede?
"Sì, ma è il mio modo di essere. I veri protagonisti sono i ragazzi, che per quello che fanno nel quotidiano poi le partite che vedete sono il coronamento di come si lavora in settimana. E loro lavorano molto bene".

C'era un tabù Maradona. Cos'è cambiato nella testa dei ragazzi?
"Sì, questo poi lo dirà il tempo. In questi tre mesi abbiamo raggiunto due obiettivi importanti per la società, che ci teneva molto, ossia gli ottavi di Champions e la qualificazione ai Mondiali per club. Poi il tempo e il prosieguo lo dirà, noi non dobbiamo mollare di un centimetro e continuare a lavorare".