Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Serie A
Inter, Lautaro: "Arnautovic meritava il gol, si allena al massimo. Sono contento per lui"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 21 febbraio 2024, 09:51Serie A
di Lorenzo Di Benedetto

Inter, Lautaro: "Arnautovic meritava il gol, si allena al massimo. Sono contento per lui"

Ai microfoni di Inter TV, il capitano nerazzurro, Lautaro Martinez, ha preso la parola dopo la vittoria contro l'Atletico Madrid nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions League: "Nel primo tempo abbiamo avuto tante difficoltà a far girare il pallone. Abbiamo fatto correre troppo lentamente la palla. Nel secondo tempo invece abbiamo cambiato qualcosa, la circolazione del pallone è stata più veloce e lì credo che siano cambiate le cose. Abbiamo portato a casa una bella vittoria, ma nel primo tempo potevamo fare meglio. Questa squadra migliora ogni partita che gioca, dobbiamo continuare su questa strada perché è quello che conta".

L'abbraccio con Arnautovic?
"È un ragazzo che si allena al massimo, che ha fatto una grande carriera, che dimostra tantissimo. Meritava il gol stasera, è entrato bene in campo e sono contento per lui".


La pagella di TMW di Lautaro Martinez.
Lautaro 7 - Difficile credere a Simeone quando dice di non considerarlo un rimpianto, non semplice neanche mandarsi di traverso il cioccolatino che gli serve Thuram nel primo tempo. Arnautovic gli ricambia il favore, non approfittando di un suo gioiello nella ripresa: una delle tante chicche di serata, in una gara preziosa più senza che con la palla. Di testa, il Toro non incorna Oblak, che lo ferma anche sulla fuga per la vittoria. È comunque lo strappo che decide il match.