HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » inter » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

Torino-Lazio 3-1. I granata salutano la stagione e Moretti in bellezza

26.05.2019 17:01 di Gaetano Mocciaro    articolo letto 11347 volte
Torino-Lazio 3-1. I granata salutano la stagione e Moretti in bellezza
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Il Torino chiude in bellezza e con un retrogusto amaro: batte la Lazio, chiude il suo campionato al settimo posto ma è clamorosamente fuori dalle coppe europee nonostante i 63 punti conquistati. Mai un'italiana era fuori dalle coppe con un simile punteggio, battuto il record di 62 della Roma nel 2012-13 e dell'Inter nel 2016-17, considerando l'era dei tre punti e la Serie A a 20 squadre.

MORETTI APPENDE LE SCARPE AL CHIODO - Un pomeriggio dolce-amaro anche per Emiliano Moretti: 601 presenze fra i professionisti, l'ultima proprio contro la Lazio. Giro di campo prima della partita a raccogliere l'ovazione di quello che è stato il suo pubblico per sei stagioni. Il presidente del Torino Urbano Cairo gli consegna una targa a firma "Ultras Granata" che recita: "Un uomo vero, un condottiero, il popolo granata hai reso fiero!! Grazie Emiliano...". La sua ultima partita a quasi 38 anni arriverà nel finale di gara. Il titolare per l'occasione è Bremer.

CATALDI TREQUARTISTA Molti assenti per la Lazio: fuori Strakosha, Luis Alberto, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Marusic, Luiz Felipe, Caicedo, Lukaku, Patric e Berisha, oltre allo squalificato Correa. Simone Inzaghi lancia dal primo minuto Bruno Jordão. Il portoghese, 20 anni, ha fin qui raccolto 29 minuti spalmati in due incontri. Tra i pali ci sarà Proto, mentre a supporto dell'unica punta Immobile giocherà Cataldi.

TUTTO NELLA RIPRESA Primo tempo noioso, portieri inoperosi, sbadigli. Il terrore per il pubblico da casa e dalla TV è di vivere altri 45 minuti al cloroformio. Per fortuna le due squadre decidono di rompere gli indugi nella ripresa: Falque apre le danze calciando al volo da un assist che arriva... di mani. Tutto regolare, però, perché si tratta di una rimessa laterale di Ola Aina. I granata, in vantaggio al 51', raddoppiano due minuti più tardi con Lukic lanciato in contropiede da Meité. Il serbo supera in uscita Proto e deposita in rete. Il finale è la sagra dell'ex: Immobile si toglie lo sfizio di essere l'ultimo marcatore stagionale della Lazio, vince il duello con Nkoulou e con un destro a incrociare supera Sirigu. Il centravanti non segnava da sette partite, chiude a quota 15. Ma a chiudere la partita è Lorenzo De Silvestri, che raccoglie una respinta di Proto su Zaza e festeggia il suo secondo gol. Esultando, e di questi tempi di ex "rispettosi" nei confronti delle vecchie squadre d'appartenenza è già una notizia. Per i biancocelesti il campionato termina così all'8° posto. La Coppa Italia, fortunatamente, ci ha messo una gran pezza.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Inter

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Inter
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510