Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Serie A
Inter, parla papà Inzaghi: "Finalmente tutti si accorgono delle qualità di Simone"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 5 dicembre 2023, 10:08Serie A
di Ivan Cardia

Inter, parla papà Inzaghi: "Finalmente tutti si accorgono delle qualità di Simone"

"Sono felice, perché finalmente tutti si accorgono delle qualità di Simone". Parola di papà, ma il momento di Simone Inzaghi e della sua Inter è oggettivamente ottimo: dimenticate le critiche e le difficoltà della scorsa stagione, i nerazzurri sono primi in classifica in Serie A e convincono anche a livello di gioco, specie dopo il rotondo 3-0 rifilato al Napoli, campione d'Italia in carica, nell'ultima gara di campionato al Maradona. Raggiunto da La Gazzetta dello Sport ne parla, appunto, papà Giancarlo: "Simone è cambiato. È più pensieroso, concentrato sugli obiettivi del club, sempre attento a ogni aspetto che riguarda il lavoro. Prima era più scanzonato, scherzava con maggiore facilità. Ora vive con l’Inter in testa".

L'anno scorso critiche da fuori e da dentro.
"Quelle sono cose che riguardano loro. Quando era al centro delle critiche, Simone portava una maschera: poteva sfogarsi, ma è stato zitto e ha dato la priorità al lavoro. Sono orgoglioso di lui".


Quanto è cresciuto a Milano?
"Penso che fosse già molto bravo, ora ha più armi nel suo bagaglio. Alla Lazio forse era un po' troppo amico dei giocatori, all'Inter c'è l'ambiente giusto. Lui vuole sempre vincere. Dopo la finale di Istanbul mi ha detto di essere dispiaciuto ovviamente, ma mi ha anche ricordato di avere nel petto quel magone lì. Il riferimento era allo scudetto della stagione precedente".