Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Di Maria leader tecnico, Bremer c'è, lampi di KosticTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 16 agosto 2022, 10:31Primo piano
di Quintiliano Giampietro
per Bianconeranews.it

Di Maria leader tecnico, Bremer c'è, lampi di Kostic

Di Maria era il giocatore più atteso e contro il Sassuolo risulta il migliore in campo, bene anche gli altri nuovi Bremer e Kostic. L'argentino segna il gol che sblocca il risultato, concede sprazzi della sua classe e fornisce a Vlahovic almeno un paio di assist al bacio. Sulle sue qualità nessuno aveva dubbi, semmai i timori erano legati allo stato di forma, quindi alla tenuta per i 90 minuti. L'infortunio lo costringe ad uscire dopo un'ora di gioco. Da valutarne l'entità. Il leader, in questo caso tecnico più tecnico che emotivo, si vede soprattutto nel momento di difficoltà della squadra e il vantaggio arriva in una fase involutiva dei bianconeri, durante la quale gli ospiti avevano guadagnato metri e in parte preso in mano il pallino del gioco. La zampata del Fideo cambia il risultato e radicalmente il trend del match. Fondamentale anche il passaggio al 4-3-3 da parte di Allegri durante il cooling break. Da quel momento Di Maria prende in mano la squadra, svaria a tutto campo e di fatto trascina la squadra. Segnando all'esordio l'ex Psg eguaglia altri tre argentini come Tevez, Dybala e Higuain e altri top storia bianconera. Non resta che attendere l'esito degli esami rispetto al problema all'adduttore sinistro. Allegri e tifosi con il fiato sospeso.

C'era curiosità anche Bremer. L'intesa con Bonucci ovviamente deve crescere, ma il brasiliano pare già sicuro, deciso e inserito bene in un contesto tattico diverso rispetto a quello del Toro, in cui giocava in una linea a tre. Allegri è soddisfatto per la prova del brasiliano: “Mi sono meravigliato del suo inserimento, ha un buon piede ed è tranquillo nel giocare, ha fatto un'ottima gara. E' molto bravo nel marcare, ha gamba ed è aggressivo”. De Ligt dimenticato? Servono conferme. Infine Kostic. Il serbo subentra a mezz'ora dalla fine, cinque cross pericolosi al centro dell'area, se solo ci fosse stato un compagno al posto giusto, qualcuno poteva essere trasformato in gol. L'ex giocatore dell'Eintracht conferma le sue doti assist man. Vlahovic può sorridere.