Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Pavan a RBN: “Adesso la Juve non può fermarsi, se vuole reinserirsi nella lotta al vertice serve un filotto di vittorie”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 6 ottobre 2022, 18:36Primo piano
di Alessio Tufano
per Bianconeranews.it

Pavan a RBN: “Adesso la Juve non può fermarsi, se vuole reinserirsi nella lotta al vertice serve un filotto...


Massimo Pavan, direttore di tuttojuve.com, è intervenuto oggi a “Cose di Calcio” su Radio BiancoNera: “Vittoria importante per la Juventus contro il Maccabi, ma la squadra ancora una volta ha mostrato di avere dei cali di concentrazione che possono rivelarsi fatali. Forse lo stesso Allegri quando ha tolto dei titolari sul 2-0 ha dato un certo tipo di segnale ai giocatori in campo, ma d'altro canto sabato c'è il Milan e con tutte queste partite una dietro l'altra la gestione della rosa è fondamentale. Adesso i bianconeri hanno l'obbligo di vincere tante partite di fila, c'è bisogno di recuperare i troppi punti persi con squadre medio-piccole, come la Sampdoria o il Monza e tocca recuperarli contro avversari più tosti se si vuole mantenere viva la speranza di lottare al vertice”. Venendo quindi alla partita di San Siro di sabato: “Recuperando Theo Hernandez, come sembra dagli ultimi rumors, il Milan riacquista tanto, è tra i giocatori imprescindibili nello scacchiere di Pioli con Maignan e Leao. La squalifica di Di Maria? Non sono d'accordo con chi dice che la Juve avrebbe dovuto fare ricorso, in fondo l'argentino ha rischiato tre giornate, gliene hanno date due perchè era stato provocato, secondo me non c'erano gli estremi per sperare in un'ulteriore riduzione”.