Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
Danilo, il jolly brasiliano che convince anche per modi e stileTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 9 giugno 2023, 09:45Altre notizie
di Simone Gioia
per Bianconeranews.it

Danilo, il jolly brasiliano che convince anche per modi e stile

Sulle pagine sportive del Corriere di Torino, un ritratto di uno dei giocatori più importanti della Juventus di questi tempi: Danilo. "Di sicuro il club bianconero sa di potersi fidare non soltanto del tempo, spesso galantuomo, ma anche di quel gentleman di Danilo. Sì, perché il jolly brasiliano convince anche per modi e stile. Di fatto, tra i pochissimi intoccabili bianconeri c’è Danilo, la colonna intorno a cui ricostruire. L’anno scorso con Allegri e nella stagione precedente con Pirlo, il laterale 31enne aveva stupito tutti per duttilità. Vinta anche la scommessa di adattarsi all’occorrenza al ruolo di mezzala. La sua quarta annata in bianconero lo ha quindi consacrato leader assoluto.

Non solo perché in 31 partite ha indossato la fascia di capitano di Bonucci: sono stati proprio loro due a tenere, a richiamare la squadra alle proprie responsabilità dopo il recente ko interno con il Milan. Ma soprattutto per come si è caricato la Juve sulle spalle, mettendoci la faccia nei (tanti) momenti di difficoltà. E mettendo, a marzo, anche la firma sul rinnovo fino al 2025. Nessuno come lui. Danilo ha timbrato 54 volte il cartellino, record personale in 14 anni da professionista, segnando anche 3 gol in Serie A (uno in più di Chiesa, per dire). Ha saltato appena due gare, non per turnover o infortuni ma per squalifica" si legge.