Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Editoriale
Luiz e Thuram ci sono, ora servono le cessioni per completare il restauro del centrocampo con KoopmeinersTUTTO mercato WEB
mercoledì 10 luglio 2024, 00:11Editoriale
di Vincenzo Marangio
per Bianconeranews.it

Luiz e Thuram ci sono, ora servono le cessioni per completare il restauro del centrocampo con Koopmeiners

Oggi sarà la giornata dell'ufficialità del secondo colpo di mercato della Juventus a centrocampo: Khephrem Thuram si aggiunge a Douglas Luiz per quello che è il capolavoro d'inizio calciomercato di Cristiano Giuntoli. Il direttore tecnico bianconero è chiamato a cambiare il volto della Juventus, e le sue potenzialità, con idee creative e poco budget lavorando laddove è più urgente agire. 

Il tallone d'Achille della formazione bianconera degli ultimi due anni è il centrocampo, mai sufficientemente propositivo, mai impermeabile al punto da garantire la giusta copertura alla difesa. Una sorta di "vorrei ma non posso" con il ritorno di Pogba praticamente mai potuto vedere in campo e la qualità di Fagioli congelata dalla lunga squalifica per le scommesse. Ovvio che il solo Rabiot come motore non poteva bastare a garantire un futuro, neanche avesse rinnovato. Altrettanto evidente che McKennie non è uno su cui fare affidamento a lungo termine. La cifra tecnica e di potenza del centrocampo juventino non reggeva le ambizioni di un club che ha tanta fame di vittorie, che ha voglia di riaprire un ciclo, ecco perché ripartire dalla mediana, impreziosendola di potenza e tecnica è fondamentale.

Thuram e Luiz sono soltanto l'antipasto, il piatto forte di Giuntoli si chiama Koopmeiners. L'olandese dell'Atalanta porterebbe gol, assist e qualità e chiuderebbe il cerchio di un centrocampo che ora sarebbe tra i più forti (se non il più forte) della Serie A. Comprare in Italia, però, è impresa ardua, soprattutto se non hai sufficiente cassa e allora prima di presentarsi dall'Atalanta sarà necessario vendere. In uscita, seguendo un ipotetico disegno di Giuntoli, ci sono nell'ordine: Chiesa, Hujisen, Miretti, Kostic e, soltanto in caso estremo Soulé. Thiago vorrebbe trattenere l'argentino ma sarebbe disposto a sacrificarlo pur di avere Koop. Sistemato il centrocampo, infatti, già permetterebbe alla Juventus di essere molto più forte rispetto alla passata stagione: un motore totalmente nuovo può valorizzare tutto il resto.

Ma siamo appena al 10 luglio, appena all'inizio di un calciomercato che può regalare ancora quell'effetto domino che serve a completare la squadra in quelle che sono le idee precise e chiare di Cristiano Giuntoli.