Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Lombardo: “L’importante per la Juventus è stare attaccata all’Inter”TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
domenica 10 dicembre 2023, 18:15Primo piano
di Benedetta Demichelis
per Tuttojuve.com

Lombardo: “L’importante per la Juventus è stare attaccata all’Inter”

Attilio Lombardo ha parlato in esclusiva a tuttocagliari.net e si è soffermato anche sull'andamento del campionato nelle posizioni di vertice e in particolar modo si è espresso sulla lotta scudetto tra la Juventus e l'Inter: 

Attilio, partiamo dalla lotta scudetto. Un’Inter bella e spettacolare sfida una Juventus cinica ed estremamente pratica. Come andrà a finire questo duello?

“In effetti sono due squadre agli antipodi tra di loro. Credo che per la Juve l’importante sia mantenersi attaccata al treno nerazzurro. L’organico dell’Inter è secondo me superiore, ma i bianconeri sono molto motivati e le loro partite sono sempre tiratissime e, soprattutto, equilibrate. Raramente la Juventus vince con due o tre gol di scarto. Questa praticità di fondo potrebbe consentirle di dire la sua fino alla fine nella lotta per la conquista del tricolore.

L’Inter dalla sua parte ha una grande consapevolezza e il vantaggio di avere completamente assimilato, in questi ultimi anni, il gioco di Simone Inzaghi. Alla qualità della sua rosa ha aggiunto la forza di Thuram, che si intende a meraviglia con Lautaro Martinez. È sicuramente la principale candidata alla vittoria finale.”

Lei vede un potenziale terzo incomodo, ad esempio nel Milan o nel Napoli che pure, ora, sono molto attardate?

“Il Napoli non è ancora fuori dai giochi al cento per cento, ma francamente fatico a immaginare un suo reinserimento tra le pretendenti allo scudetto. I giocatori sono gli stessi dell’anno scorso, ma l’andamento è molto differente: in questa stagione stentano a ottenere risultati. A meno che i partenopei non si rendano protagonisti di una rimonta incredibile e che, al contempo, le due battistrada mollino la presa – ma ci credo poco – sarà difficile rivedere gli azzurri in testa alla classifica. Credo di più a un colpo di coda del Milan, sempre che da qui a gennaio il distacco da Inter e Juve non aumenti a dismisura. Bisognerà infatti vedere come opereranno i rossoneri nel mercato invernale: hanno bisogno di giocatori là davanti, perché non può essere il solo Giroud ad accollarsi l’onere di finalizzare l’azione. Se poi malauguratamente Leao e compagni dovessero uscire dalla Champions League e non andare neanche in Europa League, a quel punto si dedicherebbero esclusivamente al campionato e, puntellando la rosa a gennaio, potrebbero rivelarsi il terzo incomodo tra Inter e Juventus.”